Notizie

Business & People

Videosorveglianza e guardie giurate sui mezzi pubblici contro i viaggiatori abusivi

04/05/2015

ROMA – All’interno del disegno di legge del Trasporto pubblico locale, in dirittura d’arrivo in Consiglio dei ministri, si segnalano alcune novità. Di interesse l’introduzione sui mezzi pubblici di sistemi di videosorveglianza - non solo per motivi di sicurezza e a bordo dei veicoli, ma anche sulle banchine, così da scoraggiare i viaggiatori abusivi  - e la possibilità per i gestori del servizio pubblico di accedere alle banche dati dell’Agenzia delle Entrate Siatel e della banca dati catastale e ipotecaria Sister. In questo modo il profilo dei viaggiatori abusivi e gli importi evasi sarebbero ricevuti direttamente all’Agenzia delle entrate. I “portoghesi” costerebbero infatti alle aziende del trasporto pubblico locale una cifra ragguardevole, pari a 450 milioni di euro di mancati ricavi. Una delle altre novità più rilevanti introdotte dalla bozza è la sostituzione dei controllori con “personale esterno alle aziende di trasporto, da guardie giurate o da personale con la stessa qualifica appartenente a istituti di vigilanza privata”. Si prevede che “il Ministero dell’Interno metta a disposizione agenti e ufficiali con qualifica di Polizia giudiziaria a supporto degli agenti accertatori” per un periodo non  superiore ai 36 mesi. www.businesspeople.it

 



pagina precedente