Notizie

Eventi

Vantaggi e valore aggiunto delle soluzioni integrate

31/12/2010

MILANO - Il Made in Italy non è solo alta moda e macchine da corsa: anche l'industria della sicurezza italiana sa creare profonda innovazione e margini di vera eccellenza. Sfruttando le tecnologie IP nella rete e le soluzioni client-server nell'architettura IT, si possono infatti proporre e realizzare soluzioni che consentono una supervisione integrata e flessibile nei diversi segmenti: dall'Enterprise alle Banche, dalla Pubblica Amministrazione alle Utilities, dalla Grande Distribuzione al Luxury e Fashion. Le soluzioni integrate di sicurezza compendiano sistemi antintrusione, controllo accessi e presenze, videosorveglianza, tlc, sistemi di supervisione, presentando forti vantaggi per la committenza, ma anche per il canale e i system integrator. Di questo ed altro Promelit, Saet Impianti Speciali e Selesta Ingegneria, riuniti in un'unica voce nel Consorzio Seelution, hanno parlato ad un'attenta platea in un workshop interattivo in fiera a Sicurezza. Dopo la presentazione del Presidente del consorzio Roberto Orsi, il workshop è partito con un intervento di scenario, curato da Ilaria Garaffoni (coordinatrice editoriale di A&S Italy), sul valore potenziale del mercato delle soluzioni di sicurezza integrate. Un valore che, secondo IMS Research, entro il 2013 peserà, in termini di fatturato, per oltre il 70% del mercato complessivo della sicurezza. IMS Research individua inoltre i key driver della crescita nell'integrazione della videosorveglianza con il HVAC (Heating, Ventilation and Air Conditioning) e con i sistemi di gestione della sicurezza fisica e delle informazioni (PSIM). Per illustrare più concretamente le possibilità offerte dalle soluzioni integrate di sicurezza, i tre rappresentanti del consorzio hanno presentato dei case history di tutto rispetto. Dal caso Parmalat (presentato da Pietro Vacirca, Promelit), dove è stato realizzato un sistema integrato di videosorveglianza e controllo accessi, ad un immenso campo fotovoltaico (presentato da Paolo Zannier di Saet Impianti Speciali), messo in sicurezza ed automatizzato attraverso vari sottosistemi (antifurto pannelli solari, videosorveglianza, automazione e controllo quadri elettrici, contabilizzazione e fatturazione, analisi e reporting delle performance), fino alla Fondazione Bruno Kessler (presentata da Andrea Bollo di Selesta), dove è stato installato un sistema integrato di controllo accessi, telecamere IP, controllo veicolare e monitoraggio aree critiche con biometria.

 www.seelution.it


Tag:   seelution,   IP,   Promelit,   Selesta,   Saet,   IMS Research,   IT,  

pagina precedente