Notizie

Business & People

OSSIF, pubblicato il “Rapporto intersettoriale sulla criminalità predatoria”

19/12/2014

ROMA– L’OSSIF, il Centro di Ricerca dell’ABI sulla Sicurezza Anticrimine e predatoria, ha di recente pubblicato il Rapporto intersettoriale sulla criminalità predatoria, che riguarda banche, tabaccherie, farmacie, attività commerciali. I dati sono aggiornati a tutto il 2013 e un ulteriore aggiornamento è stato fatto al mese di settembre 2014. Nel biennio 2013-2014 e nei primi 9 mesi dell’anno si è evidenziato un forte calo delle rapine in banca, compensato però da altre forme di criminalità predatoria. In riferimento agli istituti bancari emergono sia il fenomeno degli assalti agli ATM, sia i furti notturni all’interno delle filiali bancarie. I dati 2014 sugli ATM, nei mesi di gennaio-settembre, indicano un passaggio da 321 a 433 assalti ai bancomat, con un aumento del 34,9% rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente. Cercando di stilare un breve bilancio per il rischio banca da criminalità predatoria, si può così sintetizzare la situazione: le rapine sono in forte calo; gli importi rapinati crescono; gli assalti ai bancomat e le spaccate in banca sono in rapido aumento; crescono, anche se non di molto, le rapine a mano armata. www.ossif.it

 


Tag:   ATM,   Ossif,   bancomat,   ABI,   sicurezza,   crimine,  

pagina precedente