Notizie

Business & People

VMS, tre strategie per gestirlo al meglio

24/09/2014

Il valore e i vantaggi di un sistema di videosorveglianza sono evidenti, ma è necessario essere consapevoli del fatto che i costi legati all’implementazione e alla manutenzione di un Video Management System possono incidere in modo rilevante sul budget operativo di un’azienda. A ricordarlo, sul portale ifsecglobal.com, è il Business Development Manager Simon Barnes, che offre alcuni consigli per valorizzare al meglio il proprio VMS e renderlo un investimento realmente profittevole. Barnes individua, in particolare, tre strategie:

1. Unificare per decidere in modo più rapido e informato. Rispetto ai sistemi analogici, la videosorveglianza network-based offre ai clienti maggiori livelli di funzionalità e integrazione. Tipicamente, le imprese tendono a partire dal video IP per poi integrare gradualmente gli altri sistemi (dal controllo accessi alla video analisi) nell’ottica, da un lato, di migliorare l’efficienza e i tempi di risposta, dall’altro di adottare decisioni più ponderate. A differenza della progressiva integrazione, l’unificazione offre maggiori vantaggi perché consente agli operatori di canalizzare tutti i flussi di lavoro in una sola piattaforma, sincronizzando le più ordinarie funzioni. Tutto questo significa minore formazione, maggiore efficienza operativa e, all’occorrenza, processi investigativi semplificati.

2. Ottimizzare l’archiviazione dati e la larghezza di banda per ridurre i costi. Spesso, lo storage e l’ampiezza di banda sono tra i componenti più costosi di un sistema di videosorveglianza: installare funzionalità che minimizzano l’impatto di questi fattori sulle infrastrutture può pertanto essere di grande aiuto. Si pensi al multi-streaming, che permette di configurare le videocamere in funzione dell’uso che se ne intende fare, riducendo la banda impiegata e lo spazio di archiviazione. Altri strumenti utili sono la registrazione on-motion e quella on-schedule.

3. Connettere fra loro sistemi distribuiti per ottenere un monitoraggio più efficiente. Invece di collegarsi a ogni sito individualmente, o di sincronizzare manualmente i dati fra di loro, è possibile svolgere un lavoro di standardizzazione su un VMS IP per convogliare flussi video provenienti da numerosi sistemi indipendenti verso un server centrale. Questo concept, noto come “federazione”, consente alle organizzazioni di monitorare in remoto siti indipendenti come se fossero parte integrante di un unico sistema virtuale, migliorando l’operatività complessiva. In questo modo, è possibile combinare la visione globale resa possibile da un monitoraggio centralizzato all’autonomia locale o remota.

 

 

 

www.ifsecglobal.com

 

 

 

 



pagina precedente