Notizie

Sicurezza 2010: pienone

24/11/2010

MILANO – Quest'anno erano in tanti a nutrire dei dubbi sulla buona riuscita della fiera Sicurezza. Vuoi per la perdurante insicurezza congiunturale, vuoi per l'assenza di vari player mondiali, vuoi per una promozione meno assidua e brillante delle precedenti edizioni, vuoi per il ritorno di un biglietto d'ingresso che all'estero è una regola, ma che in Italia non va proprio giù: quale che fosse la motivazione, il dubbio c'era e il numero ridotto di espositori lo testimoniava senza appello. 


E invece, al termine di questa kermesse siamo lieti di riportare una verità inattesa ma non meno incontrovertibile: dal 17 al 19 novembre i padiglioni 2 e 4 di fieramilano erano pieni. Di più: erano zeppi, murati, stracolmi di visitatori. Gli stand (compattati in due padiglioni e in tre giorni di fiera, contro i quattro consueti) sono stati letteralmente presi d'assalto dai visitatori, soprattutto nella giornata centrale. Pochi però gli stranieri (eccetto gli asiatici muniti dell'immancabile macchina fotografica), ma buona la profilazione dei presenti, stando almeno alle reazioni degli espositori interpellati. Entusiasmo anche per il Security & Safety Award, che per il terzo anno ha premiato le migliori soluzioni per le categorie "Innovation" (Elmo, GPS Standard; March Networks), "Friendly products" (Risco Group, Telecome & Security; Tervis) e "Design" (EEA; Ksenia Security; Lindblad & Piana). Con una menzione speciale per Bentel Security. 


Ci è parsa invece discontinua la presenza ai convegni, dove solo i titoli di maggior richiamo o le formule realmente innovative hanno registrato un interesse davvero importante di pubblico.
In questo scenario, l'ormai collaudata ricetta della formazione-spettacolo sul tema "vendere sicurezza" di Ethos Media Group ha registrato il tutto esaurito, con scrosci di risate e gente arrampicata sulle palizzate per godersi lo show. Grande interesse si è anche registrato per l'evento dedicato alla riforma della vigilanza privata (che cadeva peraltro in un momento topico per l'evoluzione dei servizi di sicurezza) e per i temi della regolamentazione dell'installatore professionale di sicurezza e della standardizzazione in atto nel video IP.

In sintesi, anche senza disporre di dati ufficiali, possiamo dire che la scommessa di questa XV° edizione è stata decisamente vinta dal settore sicurezza, da chi lo vive e da chi lo soffre, da chi lo rappresenta e da chi lo interpreta. Un settore dove ormai ci sentiamo di dire che si comincia a respirare l'aria leggera della ripresa.


www.sicurezza.it



pagina precedente