Notizie

Business & People

Industria della sicurezza europea: le tendenze del prossimo futuro secondo Tyco

21/04/2014

MILANO - I trend principali che caratterizzeranno l’industria della sicurezza europea nei prossimi anni sono stati messi a fuoco da Tyco Integrated Fire & Security, il cui presidente, Roland Billeter, è intervenuto in un gruppo di discussione, insieme a Ray Mauritsson, CEO di AXIS Communications e Ruben Wegman, CEO di Nedap. Tyco è stato lo sponsor principale del 13mo ASIS European Security Conference & Exhibitio, nel corso della quale sono state identificate le seguenti aree di interesse principali: sistemi integrati, analisi dei video, convergenza.

Billeter ha infatti affermato che “Le aziende sono in grado di prevedere che trend macroeconomici globali quali l’urbanizzazione, l’incertezza economica e una forza lavoro sempre più globalizzata avranno un impatto sulla società e sull’industria della sicurezza. In virtù di ciò, le aziende della security hanno un’esigenza maggiore di innovare e adattarsi. I sistemi di sicurezza dovranno supportare le iniziative di business continuity e il miglioramento operativo, oltre a offrire maggiori sicurezza e risparmi”.

Le conclusioni raggiunte

Il gruppo di discussione ha fatto emergere diverse “verità”. In sintesi. Diventerà sempre più evidente l’esigenza di sistemi integrati interoperabili, dato che quelli tradizionali stand-alone si sono dimostrati insufficienti e potrebbero limitare la capacità delle aziende di gestire i rischi e assicurare la compliance. L’utilizzo di applicazioni di video analytics aumenterà e verranno impiegate in modalità più innovative per offrire intelligence ed estendere l’efficienza aziendale al di là del dipartimento di sicurezza. Vi sarà una convergenza della sicurezza fisica e di quella basata su IP in molteplici sistemi di safety e security controllati da una console di gestione centralizzata. I clienti presteranno inoltre una speciale attenzione all’efficienza operativa e al TCO come chiavi per ottimizzare il ROI. I sistemi tradizionali dovranno essere integrati in quelli nuovi e i clienti cercheranno vendor in grado di offrire supporto globale, esperienza nella gestione dei progetti ed elevati livelli di servizio e training post vendita.

Al fine di proteggere i dati sensibili, le aziende dovranno implementare soluzioni di sicurezza fisica - integrate con quelli di IT security - che attenueranno il rischio di furto o perdita accidentale di dati confidenziali conservati su una moltitudine di dispositivi portatili. Un riferimento è stato fatto anche al crimine organizzato, che continuerà a rappresentare una delle minacce principali a tutti i livelli della supply chain. Nuovi canali di distribuzione, mobilità e facile monetizzazione oltreconfine stanno favorendo l’incremento di furti da parte di gruppi organizzati criminali. Tecnologie quali controllo degli accessi, video in HD e Automatic Number Plate Recognition aiuteranno a contrastare questa minaccia. Una certezza, per concludere: il passaggio da tecnologie analogiche a digitali continuerà in modo davvero rapido. 

Gli avanzamenti nel digitale, come ad esempio la connettività IP, le telecamere ad alta definizione e l’elaborazione di immagini digitali consentiranno alle aziende di monitorare e documentare gli eventi in grande dettaglio e fornire un livello di awareness e controllo senza precedenti. Tyco ha inoltre messo in mostra la sua gamma di soluzioni di sicurezza integrate, in particolare il nuovo portfolio di offerte di Video Surveillance-as-a-Service basate su cloud e sulla piattaforma Physical Security Information Management (PSIM), che ha ottenuto molto successo, grazie alle “versioni leggere” che ne consentono l’utilizzo anche per sfide di sicurezza meno impegnative.


www.tycofs.it

 

 

 


Tag:   Tyco,   sicurezza,   RFID,   retail,  

pagina precedente