Notizie

Eventi

Un sistema integrato di accessi innovativo per EXPO 2015

17/02/2014

MILANO - I numeri sono considerevoli: 250 tornelli automatici, 40 dei quali progettati per visitatori diversamente abili, una studiata integrazione di automazioni per cancelli scorrevoli, barriere stradali e 80 dissuasori per la protezione dei passaggi carrai. Stiamo parlando del nuovo sistema integrato di accessi al sito dell'Esposizione Universale, progettato dal gruppo Came. L'azienda, specialista nel settore della home & building automation, è stata infatti chiamata a gestire l'ingresso degli oltre 20 milioni di visitatori attesi per l'Expo, a Milano nel 2015. Anche i numeri relativi ai visitatori attesi nei sei mesi dell'evento destano una certa impressione. Saranno infatti circa 140 mila le persone che, ogni giorno, varcheranno i cancelli dell'area espositiva, una superficie pari a circa 150 campi da calcio. In veste di partner tecnologico di Expo 2015, proprio per regolare al meglio l'ingresso di operatori e visitatori, Came ha sviluppato un innovativo modello di controllo accessi per la sorveglianza, il comando e la regolazione dei dispositivi di automazione degli ingressi pedonali e veicolari, dei parcheggi, dei padiglioni e delle altre infrastrutture del sito espositivo.

 
Il sistema di controllo accessi dovrà gestire anche picchi di 250 mila persone e potrà essere monitorato anche attraverso 100 dispositivi palmari. Il sistema è innovativo, capace di dialogare con le tecnologie di controllo, sicurezza, sorveglianza e connettività più efficienti attualmente disponibili. Came progettato proprio per questo evento un nuovo tornello, in grado di leggere tutti i tipi di titoli d'ingresso: in formato cartaceo, Qr Code, Rfid o Nfc. Consente l'accesso dei visitatori e degli espositori anche con la tecnologia mobile di smartphone e tablet. Ogni tornello ha in dotazione un software per la lettura biometrica che permette l'ingresso solo a personale qualificato e abilitato. Positivo il parere di Giuseppe Sala, Commissario Unico del Governo per Expo 2015 che ha affermato che le soluzioni tecnologiche specifiche progettate permetteranno di rispondere in maniera efficace sia alle esigenze della macchina organizzativa sia a quelle dei vari Paesi.

 

www.ansa.it

 



pagina precedente