Notizie

Business & People

Gruppo Bosch, nel 2013 le vendite globali sono aumentate del 2,7%

24/01/2014

STUTTGART (D) - Secondo i dati finanziari preliminari appena pubblicati, nel 2013 il Gruppo Bosch ha incrementato le vendite del 2,7% rispetto all’anno precedente, raggiungendo un fatturato di 46,4 miliardi di euro: un risultato tutto sommato positivo, se si tiene conto del difficile quadro economico europeo e di una moneta unica molto forte che penalizza le esportazioni. Migliori i risultati sul fronte degli utili, tuttavia penalizzati dall’andamento della Divisione Solar Energy e di quella dedicata al fotovoltaico, chiusa all’inizio del 2013. Il margine EBIT del gruppo si è assestato su un valore del 6% circa (+1% sul 2012).

“Le diverse misure adottate per migliorare la profittabilità stanno chiaramente funzionando”, ha dichiarato Volkmar Denner, presidente del consiglio di amministrazione della Robert Bosch GmbH. “Abbiamo infatti ottenuto risultati superiori alle nostre aspettative, e anche nel 2014 continueremo sulla stessa strada, focalizzandoci sulla redditività, sulla crescita e sull’agilità”.

Le divisioni del gruppo che hanno dato i risultati migliori nel 2013 sono state la Energy and Building Technology, la Security Systems e la Thermotechnology. In termini di aree geografiche, invece, si sono registrati buoni risultati nella regione APAC (+5%) e Nord America (+3%), mentre in Europa la crescita non ha superato il 2%.

Per il futuro, Bosch intende accedere a nuovi segmenti di mercato proponendo soluzioni per connettere fra di loro le persone in modo sempre più efficace. “La nostra esperienza in campo tecnologico e la nostra presenza in molteplici settori costituiscono un vantaggio chiave in un mondo connesso”, ha aggiunto Denner. “Noi vogliamo giocare un ruolo proattivo nel dare forma a quel mondo, cogliendone le relative opportunità di business”. Il mondo connesso è sempre più una realtà, con il 75% della popolazione globale che dovrebbe essere online entro il 2015 insieme a circa 6 miliardi di apparecchi. Il potenziale è enorme, e Bosch punta a rendere progressivamente “web-enabled” tutti i suoi prodotti.

Nel 2014 Bosch prevede una crescita complessiva moderata, con due rischi principali: un ulteriore peggioramento delle economie più deboli dell’Eurozona e un ulteriore rafforzamento della moneta unica.

www.bosch.com

 



pagina precedente