Notizie

Business & People

Tyco chiede protezione dei suoi brevetti all’International Trade Commission

03/01/2014

NEUHAUSEN (Svizzera) - Tyco ha annunciato di avere presentato denuncia presso la International Trade Commission (ITC) in relazione all’importazione di prodotti della cinese Ningbo Signatronic Technologies, LLC (Ningbo) e di altre aziende che violano i suoi diritti. La denuncia, presentata congiuntamente da Tyco Fire & Security GmbH (TFSG) e dalle sue divisioni Sensormatic Electronics, LLC (Sensormatic) e Tyco Integrated Security, LLC (TIS), chiede un provvedimento di esclusione finalizzato a impedire l’importazione di alcuni prodotti EAS acusto-magnetici (AM). Secondo Tyco, i prodotti Ningbo violano i brevetti USA n. 5.729.200 (brevetto '200) e 6.181.245 (brevetto '245). Tyco è un'azienda fortemente innovatrice nel settore dei prodotti EAS antitaccheggio attraverso il suo marchio Sensormatic e continua a investire risorse significative nella ricerca e nello sviluppo per continuare a innovare questi prodotti.

Ogni anno oltre cinque miliardi di articoli vengono protetti in modo efficace dalle etichette AM con questo marchio. Tyco offre inoltre un portafoglio completo di sofisticati sistemi di sicurezza e retail performance a marchio Sensormatic che consentono ai retailer di gestire meglio l’inventario, l’attività di clienti, dipendenti e punti vendita. Tornando al tema iniziale, Tyco ha presentato una denuncia presso la corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale della Florida che permetterà di esigere per vie legali il risarcimento del danno per le etichette vendute negli USA in violazione dei sopramenzionati brevetti. Vediamo in maggiore dettaglio il motivo del reclamo. Quello contro Ningbo si riferisce a etichette AM progettate per impedire i furti e che attivano l’allarme dei sistemi di sorveglianza elettronica degli articoli (EAS) Sensormatic di Tyco. Nella sua denuncia Tyco sostiene che queste etichette Ningbo violano i brevetti '200 e '245 dell’azienda.

La denuncia mira a promuovere l’interesse pubblico statunitense tutelando i diritti di proprietà intellettuale di Tyco; contribuirà inoltre a proteggere il valore del suo marchio Sensormatic, dal momento che i prodotti che violano i diritti potrebbero non soddisfare gli standard di qualità delle etichette AM Sensormatic autentiche.

Nancy Chisholm, Vice presidente e direttore generale di Tyco Retail Solutions, ha chiarito ulteriormente la posizione dell’azienda: “Le nostre etichette AM Sensormatic costituiscono parte integrante dei sistemi antitaccheggio Sensormatic su cui i retailer fanno affidamento da quasi 50 anni. È necessaria una qualità delle etichette notevolmente elevata per garantire un’efficace deterrenza contro i furti in store, assicurare una disattivazione adeguata presso il punto vendita e offrire la migliore shopping experience possibile ai clienti onesti. Le etichette AM Sensormatic sono state progettate per garantire prestazioni ottimali con i nostri sistemi di rilevamento e disattivazione. L’introduzione di etichette con altri marchi può compromettere le prestazioni dei nostri sistemi e di conseguenza la fedeltà al marchio Sensormatic”. 


www.tyco.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Tag:   Tyco,   retail,   sicurezza,   antitaccheggio,   etichette,  

pagina precedente