Notizie

Eventi

Seminario di Federprivacy per prepararsi alle ispezioni della Guardia di Finanza e al nuovo Regolamento Europeo

22/10/2013

MILANO - Con l'obiettivo di offrire un'adeguata preparazione alle ispezioni del Nucleo Privacy della Guardia di Finanza e rispetto alle nuove regole della data protection che sostituiranno l'attuale Codice Privacy, si incontreranno a Jesi, il 25 ottobre, professionisti e Privacy Officer per un seminario patrocinato da Federprivacy. Si riassume in cifre molto eloquenti l'attività del Garante svolta nel 1° semestre 2013, con il contributo del citato Nucleo Speciale della Guardia di Finanza: 473 procedimenti avviati, 208 ispezioni e 2 milioni di euro di sanzioni nei primi sei mesi dell'anno. Il rischio di incorrere in sanzioni aumenterà ancora con il nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali, in attesa di approvazione. Il nuovo provvedimento riserverà multe su misura per il trasgressore, fino al 2% del fatturato annuo.

 

Come farsi trovare in regola e scongiurare il pericolo di ricevere multe dalla Guardia di Finanza per violazioni della privacy? Darà risposta a questo quesito il seminario gratuito che si svolgerà all'auditorium di Banca Marche di Fontedamo. Dopo l'introduzione ai lavori da parte del presidente di Federprivacy, Nicola Bernardi, a spiegare come si svolgono le ispezioni in tema di privacy della Guardia di Finanza, sarà un relatore di spicco, Gennaro Vecchione, Comandante delle Unità Speciali della Guardia di Finanza di Roma, compreso il Nucleo che proprio si occupa di eseguire i controlli al fianco del Garante per la protezione dei dati personali.

 

Si soffermerà sulle novità del Regolamento Europeo Marco Soffientini, Coordinatore del Comitato Scientifico di Federprivacy, che toccherà l'argomento delle nuove sanzioni e parlerà della figura del Privacy Officer, del diritto all'oblio, del principio di accountability e delle altre prescrizioni che detteranno le nuove regole, probabilmente in vigore nel 2014. La partecipazione al seminario prevede il riconoscimento n.6 crediti per i commercialisti, n.7 crediti per i consulenti del lavoro, e n.2 crediti per i privacy officer certificati con Tuv Italia. 

 

www.federprivacy.it



pagina precedente