Notizie

Business & People

Come far fallire il vostro business in sei semplici passi

21/08/2013

LONDRA - “È tristemente noto che molti business del settore della sicurezza vanno a sbattere contro un muro al primo ostacolo che incontrano. Ciò si verifica abitualmente dopo un paio di anni, quando si riceve il conto delle tasse da pagare. All’improvviso si comprende che, pur disponendo di tutte le attrezzature di cui si ha bisogno, si risente della drammatica carenza di clienti e profitti”. Con molta ironia, il blogger Mike Lynskey è intervenuto sul portale ifsecglobal.com per sottolineare gli errori troppo spesso compiuti dai neofiti del settore che decidono di avviare un’attività imprenditoriale. “Guidare il vostro business verso il fallimento è relativamente semplice, ma ci permettiamo di offrirvi alcuni semplici consigli per ottenere con certezza questo risultato”.

 

Preparazione. Non siate avari nel comprare tutti gli ultimi apparecchi, gadget e computer prima di cominciare. È solo denaro, il mutuo può aspettare e, soprattutto, è tutto deducibile dalle tasse. Non preoccupatevi: qualsiasi business fallimentare è partito da un salutare scoperto bancario.

 

Pubblicità. Non consultate mai un esperto di advertising. Questi individui vi faranno solo perdere tempo, e il denaro che vi domanderebbero è speso molto più utilmente in attrezzature e gadget vari. Quindi, qualsiasi cosa facciate, non pubblicizzate alcunché – niente depliant, niente inserzioni sui quotidiani, e che non vi venga in mente di appiccicare il vostro marchio sul van con cui andate in giro. Non vorrete certo che chiunque venga a sapere chi siete e cosa fate…

 

Firmare il vostro van. Se avete l’intenzione di personalizzare il vostro mezzo di trasporto non rendete facile il compito al lettore. Non elencate mai ciò che sapete fare: optate piuttosto per una formula molto generica e inflazionata come “professionista della sicurezza” o, naturalmente, “consulente”. Nessuno penserebbe mai che un consulente possa rimboccarsi le maniche e installare veramente un sistema di sicurezza.

 

Telefoni. Se avete un numero fisso, tenetevelo per voi. Fate in modo che i vostri clienti utilizzino il cellulare. È più costoso, e voi avete maggiori probabilità di perdere chiamate o di avere una ricezione debole. Ancora meglio, scegliete uno di quei numeri a tariffa molto elevata e ottenete il trasferimento automatico al vostro portatile – non dimenticandovi di tenerlo spento in modo tale che nessuno vi possa disturbare. Potrete così ottenere un triplice risultato: far spendere più soldi ai vostri clienti, nascondere chi siete e dove siete e risparmiarvi la fatica di rispondere al telefono.

 

Copertura 24 ore su 24. Chi, sano di mente, vorrebbe mai offrire un servizio h24? Se un cliente è abbastanza intelligente da rivolgersi a voi, dovrebbe sapere che una persona nella vostra posizione ha di meglio da fare dopo cena. Del resto, avete appena passato a casa una dura giornata nell’attesa che il telefono squillasse… non si possono aspettare che facciate lo stesso anche di sera!

 

Copertura assicurativa. Non preoccupatevi, è troppo costosa. È già abbastanza sconveniente che dobbiate assicurare il vostro van… Optate piuttosto per qualcosa di più economico: dovesse capitare qualcosa al vostro cliente sarete coperti. Per poco, ma sarete coperti. Del resto, quando mai potrebbe capitarvi di aver bisogno di una copertura completa? Non commetterete mai un errore di installazione. Non vi capiterà mai di risparmiare sul materiale usato per abbassare il prezzo. E non darete mai al vostro cliente consigli inadeguati. Giusto?

 

www.ifsecglobal.com


Tag:   IFSEC,   sicurezza,   Mike Lynskey,  

pagina precedente