Notizie

Business & People

Positivi i risultati finanziari 2012 di Axis

08/08/2013

MILANO - Il 2012 è stato un anno molto favorevole per Axis Communications, a dispetto delle difficoltà dei mercati e della finanza mondiale. L'azienda ha lanciato 36 nuovi prodotti, continuando quindi a investire nell'innovazione e proseguendo il suo percorso di espansione. Il fatturato è cresciuto del 17% rispetto all'anno precedente, attestandosi a 4,184 milioni di SEK, corone svedesi, pari a oltre 480 milioni di Euro. L'utile operativo è stato di 575 milioni di SEK, l’utile netto di 427 milioni di SEK. L’utile per azione è stato di 6.15 SEK ed è previsto un dividendo di 5 SEK per azione. Ray Mauritsson, CEO di Axis Communications, ha commentato tali esiti con queste parole: “I dati dimostrano come Axis abbia ulteriormente rafforzato la propria posizione di leader di mercato.

 

La crescita costante e corrette strategie hanno consentito di generare il maggiore volume di vendite della storia della società”. Le Americhe rimangono il mercato principale: con un fatturato di 2,118 milioni di SEK, rappresentano il 50% circa delle vendite totali. La crescita rispetto al 2011 è stata del 22%. In questa area Axis è presente in 7 paesi e conta 216 dipendenti, cresciuti del 33%  nell’ultimo anno. L'area EMEA segue con 1,579 milioni di SEK di fatturato, con un incremento del 7% rispetto all’esercizio precedente, una presenza che interessa 23 nazioni e un organico di 1.050 dipendenti. Per quanto riguarda l'Europa, l’incertezza finanziaria ha interessato in prevalenza il sud, mentre è stata più stabile la domanda delle regioni settentrionali e occidentali, con una decisa espansione in Russia. Il fatturato dell’Asia ha fatto registrare un aumento del 36% sul 2011, attestandosi a 487 milioni di SEK.

 

Una presenza sempre più difusa

 

L’apertura di nuovi uffici a Bangkok, Mumbaie Jakarta ha fatto sì che la presenza locale di Axis sia arrivata a riguardare 11 paesi, con 137 risorse in organico, implementate anche in funzione della crescente importanza del mercato cinese, caratterizzato da un elevato tasso di urbanizzazione e da una migliore situazione economica. Tutta la regione asiatica è stata teatro di una competizione tra realtà internazionali e aziende locali specializzate nel network video. Per questa ragione Axis ha avuto come obiettivo l'intensificazione dei rapporti di partnership, la presenza e l'attività formativa di system integrators e clienti finali. Anche l'investimento in ricerca e sviluppo è stato maggiore rispetto all'esercizio precedente: il 14,6% del fatturato, pari a 580 milioni di SEK. Al termine del 2012 è stato creato inoltre un nuovo stabilimento produttivo in Messico, un passo strategicamente importante al fine di conseguire l'obiettivo di ottimizzare i flussi logistici, ridurre l’impatto ambientale e favorire la flessibilità produttiva.

 

Oltre che la sostenibilità sociale, in Axis è infatti molto avvertita la sostenibilità ambientale, in parte perché l'azienda è nata in Svezia, una delle nazioni tradizionalmente più attente alle tematiche green. Dal bilancio di sostenibilità, pubblicato contemporaneamente a quello finanziario, si evince che nel corso del 2012 sono state rese effettive molte misure: il miglioramento e la riduzione degli imballaggi; il maggiore ricorso al trasporto terrestre e marittimo e a fornitori più prossimi a determinati mercati. Rispetto all'anno precedente, l'insieme di queste avvertenze ha permesso un abbattimento delle emissioni di CO2 del 16% per ogni tonnellata. Vi è stato inoltre un forte impegno nello sviluppo di prodotti e di soluzioni più efficienti dal punto di vista energetico e la creazione di un gruppo di Progettazione Prodotti Verdi, il cui compito è quello di selezionare le materie prime  più rispettose dell’ambiente. Da ricordare che il PVC è in fase di graduale eliminazione dai prodotti. É possibile consultare il bilancio 2012 all’indirizzo http://goo.gl/aVtZl.

 

www.axis.com


Tag:   Axis,   tvcc,   videosorveglianza,   telecamere,  

pagina precedente