Notizie

Eventi

Mobotix National Partner Conference 2013 “il futuro inizia ora”

17/05/2013

MILANO - La National Partner Conference 2013, tre giorni (15-16 e 17 maggio) di incontro e confronto dedicati ai partner e distributori del mercato italiano, è stata per Mobotix l'occasione per offrire la sua visione sulle prospettive di sviluppo del settore nel breve, medio e lungo periodo, per illustrare le sue strategie a livello mondiale e locale, per fare un focus puntuale e ampio sui nuovi prodotti da poco presentati o in fase di lancio. Alla presenza di circa 200 persone, è stato Magnus Ekerot, CSO dell'azienda tedesca produttrice di software, con hardware dedicato per soluzioni di videosorveglianza digitali, ad alta risoluzione e basati su rete, a dare un benvenuto ai partecipanti, convenuti al Cosmo Hotel di Cinisello Balsamo. Prima che questi ultimi fossero da lui condotti in un lungo ma affascinante viaggio attraverso le soluzioni innovative della società tedesca, Alberto Vasta, responsabile per il mercato italiano, ha tenuto a precisare che Mobotix non è tanto un'azienda che si occupa di prodotti per la videosorveglianza, ma una società capace di sviluppare e produrre “soluzioni”, che nascono sempre da un processo di interazione tra le sollecitazioni\idee provenienti dagli utenti e le capacità dello staff tecnico di tradurle in tecnologie complete. Mobotix nasce come produttore di software, oggi è il maggiore fornitore al mondo di telecamere con definizione a + di 1Mgpz, ha un fatturato di circa 90 milioni di Euro e una produzione di quasi 12 mila telecamere al mese. Dopo la presentazione dello staff, tedesco e italiano, Ekerot ha quindi dato avvio alla sessione plenaria, i cui protagonisti sono stati in assoluto i prodotti. Prima di entrare nel vivo della loro descrizione, puntualizzando che il nostro paese si pone al 4°-5° posto al mondo per quota di mercato,  il manager ha posto un accento sul concetto decentralizzato di Mobotix, sfatando grazie ad esso quello, alquanto diffuso ma non veritiero, dell'onerosità di queste soluzioni rispetto ai prodotti di altre aziende. “In ogni telecamera – ha spiegato - è integrata un'intelligenza a
bordo e, all'occorrenza, anche una memoria digitale per la registrazione a lungo termine. Il PC o il centro di controllo video serve quindi solo per la visualizzazione e il controllo delle telecamere (PTZ), non per l'analisi o la registrazione, consentendo di rinunciare a software di gestione video costosi e inadeguati. Le funzioni di elaborazione essenziali, che richiedono notevoli risorse, sono infatti già presenti nelle telecamere Mobotix”.

 

Soluzioni uniche, complete, personalizzate

 

Disponibile dal mese di maggio, la telecamera D15D Dual Dome con sensori da 5 MP è dotata di una tecnica che utilizza i sensori da 5 megapixel, a garanzia di immagini eccellenti doppie da 2x3 Mega. L'aumentata sensibilità le consente di acquisire immagini a colori di forte impatto anche in condizioni di scarsa illuminazione. L'hardware è ottimizzato e questo rende il flusso di trasmissione degli stream video, anche ad alte risoluzioni, ancora più scorrevole. Un accenno è stato quindi fatto alla S15 FlexMount con sensori da 5 MP, discreta, flessibile, emisferica. Il sensore megapixel (5MP) consente riprese zoom estremamente dettagliate e il principale vantaggio delle telecamere Hemisfheric è il fatto che sostituiscono un'intera serie di telecamere standard, coprendo lo stesso campo visivo. Ekerot ha mostrato in sala alcune immagini a confronto, che hanno evidenziato con estrema efficacia questa vantaggiosa prerogativa. É poi stato affrontato il tema della analisi video e reportistica, facendo riferimento al nuovo sensore per il rilevamento del movimento MxActivitySensor, un'analisi dell'immagine basata su software per il riconoscimento dei movimenti delle persone e di oggetti nell'area sorvegliata. Rispetto alla consueta tecnologia a sensori Video Motion, il nuovo sensore è semplice da configurare, ed è affidabile anche in presenza di fattori di disturbo, riducendo fino al 90% il numero dei segnali di falsi allarmi. É stata giustamente sottolineata la gratuità di MxActivity Sensor, che sarà disponibile tramite aggiornamento firmware per le telecamere Mobotix. Disponibile a breve la M15D Telecamera Allround Dual, il successore robusto e resistente alle intemperie della telecamera Dual, che offre la tecnologia di sistema Mobotix più all'avanguardia. É invece già disponibile, insieme all'app Mobotix, una soluzione mobile di gestione video per Apple iPhone, iPad, iPad mini e iPod touch, che aumenta sicurezza e comfort nella quotidianità. Gli utenti Mobotix possono accedere in qualsiasi momento e da qualunque parte a telecamere e videocitofoni tramite l'accesso a Internet mobile, WLAN o UMTS/3G. L'accesso remoto, ottimizzato per la larghezza di banda, alle immagini live e alle registrazioni, e l'utilizzo facile e intuitivo delle numerose funzioni di sistema rendono questa app  una soluzione davvero unica. “Ne è conferma - ha fatto notare Ekerot – il fatto che sono stati oltre 10 mila in poche settimane i download già effettuati”. In tema di soluzioni domotiche complete, è stato illustrato il Videocitofono IP Hemispheric,con il quale l'azienda tedesca fa il suo ingresso nel mercato dei sistemi intelligenti di domotica e accesso basati su IP.

 

I “blocchi strategici” per il futuro

 

In una successiva tavola rotonda riservata alla stampa specializzata, Vasta ed  Ekerot hanno risposto alle domande dei giornalisti, ribadendo i principi, anzi i “blocchi strategici”che ispireranno Mobotix per i tempi a venire. In sintesi. Il principio della “crescita naturale, organica” che la porterà a crescere da sola, senza compiere acquisizioni di altre società; l'”espansione geografica”, per avere un maggior numero di persone attive “in loco” in tutti i vari paesi; l'”eccellenza operativa” per uno sviluppo dei prodotti in base alle tendenze del mercato, visto con un orizzonte ampio, da qui a 5 anni. Non è mancato un riferimento all'importanza che l'azienda attribuisce al miglioramento del design dei prodotti, all'insegna della loro massima personalizzazione, e all'obiettivo dell'efficienza energetica. Scegliere impianti di videosorveglianza Mobotix significa, ha spiegato Vasta, aderire alla filosofia Green IP Video: basso consumo energetico, basso consumo ambientale, impiego ridotto di materiale e lunga durata. “Con un semplice aggiornamento software, anche le telecamere meno recenti possono disporre di nuove funzionalità ed essere sempre all'avanguardia” - ha concluso Vasta. Lo spirito “rivoluzionario” dell'approccio decentralizzato del primo prodotto Mobotix, rilasciato nel 1999 e che ha cambiato totalmente il settore della videosorveglianza, continua a essere vitale in questa costante propensione verso l'innovazione, che ha “nell'eccellenza della qualità dell'immagine e nella tecnologia Hemispheric – ha concluso Ekerot - le massime espressioni di una realtà che ha il suo fondamento in una consapevolezza ben radicata e sempre molto forte: quella che “il futuro non è mai lontano: inizia ora”. Per un approfondimento: www.mobotix.com


Tag:   TVCC,,   CCTV,,   videosorveglianza,,   IP,,   Mobotix,  

pagina precedente