Notizie

Eventi

Bosch Integration Partner Program, l'integrazione come strumento per vincere ogni sfida di sicurezza

22/03/2013

MILANO - Articolato nelle due giornate del 18 e 19 marzo, dedicate all'approfondimento delle tematiche legate al mondo delle soluzioni integrate, l'Integration Partner Program di Bosch è stato un evento di grande interesse, che ha permesso agli integratori di sistemi un accesso immediato a soluzioni già esistenti, a sviluppi applicativi futuri e a tutte le sinergie fra le diverse linee di prodotto Bosch Security Systems. Alla presenza di un folto pubblico composto da vari profili professionali, convenuti presso la sede dell'azienda, l'incontro è entrato subito nel vivo con Claudio Scaravati, Business Development Manager per l'Italia. Con un'efficace sintesi ha tratteggiato le ultime tecnologie Bosch relative ai prodotti di security, safety, comunicazione. Particolare enfasi è stata posta sul tema protagonista del convegno: l'integrazione, il concetto che si identifica con la mission stessa della società, quella di “aprirsi, di andare oltre la nozione di prodotto, per giungere alla proposta di soluzioni, in grado di adattarsi a ogni esigenza del cliente e soprattutto di offrire grandi opportunità di sinergia con altri sistemi di sicurezza”. 

Dopo una panoramica sulle soluzioni di interoperabilità tra i prodotti del catalogo sicurezza, con un ampio riferimento, in tema di sistemi di controllo accessi, a un'innovativa centrale modulare per impianti di medie e grandi dimensioni, Stefano Riboli, Product Manager per la parte videosorveglianza, ha illustrato il nuovo portfolio di telecamere HD Dinion e Flexidome Starlight. Si tratta di telecamere di ultima generazione che garantiscono prestazioni elevate in tutte le condizioni di illuminazione, perfino nella più completa oscurità. In sintesi alcune delle loro molteplici prerogative: Content Based Imaging Technology (CBIT), tecnologia che permette di migliorare la visualizzazione dei dettagli nelle aree d’interesse; riduzione della larghezza di banda e dei requisiti di memorizzazione; Possibilità di visualizzare le immagini ovunque sia disponibile un accesso internet.

Le telecamere CBIT dispongono di due funzioni speciali: l'esposizione automatica intelligente (iAE), che assicura immagini perfettamente nitide e bilanciate, dando priorità agli oggetti in movimento, e l’iDNR che, grazie alla funzione di riduzione del rumore, riduce, come accennato, anche la larghezza di banda e i requisiti di memorizzazione. Riboli, che a fine mattinata ha presentato anche le diverse tipologie di telecamere PTZ IP, con risoluzione standard e HD, sia dal punto di vista costruttivo, sia da quello installativo, ha tenuto a sottolineare il fatto che Bosch ha scelto di delegare alla telecamera intelligenza e gestione dell'immagine, con il vantaggio che, a fronte di una tecnologia indubbiamente complessa, “il sistema può essere personalizzato a seconda delle esigenze del cliente.

Bosch Intelligent Video Analysis integra – ha spiegato – la capacità di elaborazione delle immagini all'interno della telecamera o dell'encoder ed è così in grado di compiere un'analisi delle stesse su più livelli”. Anche se garantisce soluzioni sofisticate, il sistema è però semplice da implementare, configurare, controllare. La parte pomeridiana della prima giornata ha virato con decisione nella direzione della concretezza, concedendo ai presenti la possibilità di toccare con mano i prodotti, con una dimostrazione pratica delle loro capacità. Le varie soluzioni sono infatti state messe alla prova con alcuni momenti “esperienziali” che hanno coinvolto attivamente i partecipanti, divisi in piccoli gruppi e sempre molto attenti e interessati a tutte le novità tecnologiche testate in modo così diretto ed efficace.

Momento tanto atteso e di grande importanza – quello di Milano è stato infatti il primo evento internazionale per il lancio del programma - è stato quello della presentazione dell’Integration Partner Program, un programma che offre un accesso immediato a tutti gli strumenti destinati a progettare e soddisfare ogni sfida di sicurezza e integrazione, dalla più semplice alle più complesse, tramite un team dedicato di esperti a disposizione del cliente. La seconda delle due giornate ha approfondito tematiche di ambito puramente tecnico. É stato offerto a tutti i partecipanti, a titolo gratuito, un corso video SDK (Software Development Kit), normalmente destinato ai partner, per illustrare le modalità di integrazione delle telecamere Bosch IP su piattaforma software di terze parti. Le aziende che hanno preso parte all'Integration Partner Program hanno quindi ricevuto, prima della consegna degli attestati che ha segnato la chiusura dei lavori, una licenza software Bosch Video Management System.

www.bosch.it


Tag:   Bosch,   telecamere,   tvcc,   videosorveglianza,   CBIT,  

pagina precedente