Notizie

Eventi

IP = Innovative People: pienone all'ultima tappa di IP Security Forum 2012

15/11/2012

MILANO - Sala piena per l'intera giornata all'ultima puntata del roadshow IP Security Forum 2012, che ha visto il suo approdo finale in seno a fiera SICUREZZA lo scorso 8 novembre.
Sotto la sapiente moderazione di Manuel Di Casoli, Security Manager del Gruppo Nestlè, sono stati analizzate tre macro aree che incidono sullo sviluppo dell'IP Security: 1) scenari e trend, affidati ad Oliver Philippou, Research Analyst Video Surveillance & VCA Group di IMS Research (ora IHS Inc.) e Paul Hennings, Presidente di IP User Group; 2) normative e obblighi di legge per installatori di reti e sistemi Tlc e Security, affidata ad Eros Prosperi, Vice Presidente Assotel; 3) impatto della questione Privacy sulla tecnologia per la security, con particolare focus sulla videosorveglianza, trattato da Andrea Chiozzi e da Giovannni Buttarelli, Garante Europeo in diretta da Bruxelles, assieme alla spumeggiante verve di Umberto Rapetto che ha rilevato i rischi delle c.d tecnologie intelligenti.

 

IP sta per “Innovative People”, gente che ha voglia di crescere e di sviluppare i profitti.

Da queste premesse prendeva le mosse la relazione di Paul Hennings, Presidente di IP User Group, che ha illustrato agli operatori della Security tradizionale come utilizzare le proprie competenze in modo nuovo e creativo, tale da integrare tecnologie alternative e da offrire ai clienti nuovi applicativi. Hennings ha illustrato come le tecnologie emergenti (ad es. il controllo accessi su Cloud, il Video as a Service, ma anche la gestione e rilevazione presenze, le soluzioni POS, l'RFiD, la localizzazione e tracciamento prodotti, le Smart Card), uniti alla forte spinta verso le app per smartphone, stanno modifcando il settore tradizionale della sicurezza, offrendo nuove opportunità di business.

Sempre in materia di trend, l'analista di IMS Research Oliver Philippou ha fornito una panoramica delle tendenze di crescita della videosorveglianza nella regione EMEA, analizzando l'impatto che il rallentamento economico ha generato in Europa e presentando le tendenze emergenti e lo stato dell'arte nel mercato video IP. Per il mercato italiano, la crescita delle network cameras ad un tasso medio del 30% si mostra di poco inferiore alla curva registrata sul mercato EMEA e comunque in linea con l'Europa, confermando l'importanza strategica del bacino commerciale italiano.

 

Ma non di soli scenari è fatto il mercato: l'aspetto normativo, spesso sottovalutato, è la cornice  obbligatoria nella quale occorre muoversi se si vuole operare correttamente e senza rischi.
Eros Prosperi ha posto l'accento sulla necessità di considerare le norme non sempre come un ostacolo allo sviluppo dell'attività, ma come un'opportunità di business. A partire dalla revisione del DM 314/92, che richiede un confronto ed un'analisi accurate.


E veniamo alla privacy, tema che ha occupato l'intero pomeriggio di lavori, generando particolari consensi anche grazie al collegamento in diretta con Giovanni Buttarelli, Garante Europeo della Protezione dei Dati, che ha fatto il punto sulla prossima introduzione del Regolamento Europeo, che arriverà contemporaneamente in tutte e 27 le nazioni UE.
Ma già le continue modifiche al codice privacy hanno portato diversi – e confusi - cambiamenti: Andrea Chiozzi, esperto di privacy e Presidente di Metis Lab, ha avvertito del rischio che le modifiche non organiche portino difficoltà interpretative, ed ha suggerito alcune linee guida per adeguarsi senza rischiare sanzioni.

 

Il gran finale è poi stato affidato all'effervescenza naturale di Umberto Rapetto, consulente e giornalista, ex Comandante dal Nucleo Frodi Telematiche della Guardia di Finanza e figura storica ed autorevolissima della sicurezza italiana. Rapetto ha sollevato il tema dell'intelligenza dei sistemi di controllo evoluti e dei rischi che si annidano dietro a tecnologie ritenute fin troppo smart. Rapetto ha quindi suggerito cautele e precauzioni che si devono adottare per non infrangere la privacy e per non finire dritti nella rete di hacker ...assai più intelligenti delle tecnologie stesse.

 

All’apertura dei lavori, Ethos Media Group ha premiato con un riconoscimento le aziende che si sono distinte per l'investimento in formazione quale elemento chiave per governare la transizione tecnologica in atto e per promuovere lo sviluppo professionale del settore.
I premi sono stati assegnati a Luciano Calafà, titolare di ELP (proprietario del marchio Wolfsafety); Claus Ronning, Amministratore Delegato di Milestone Italia e Luca Cappelletti, Direttore Commerciale di Beta Cavi.



pagina precedente