Notizie

Eventi

Bilancio estremamente positivo per l'edizione 2012 di Sicurezza

13/11/2012

MILANO - L'importante anniversario dei 30 anni ha decisamente portato bene alla Fiera Sicurezza: l’edizione 2012 si è infatti chiusa con un risultato estremamente positivo sotto tutti i punti di vista: 16.136 visitatori in tre giorni (+ 18%), 418 espositori (+ 12%) per il 35% esteri provenienti da 33 Paesi. Gli operatori qualificati hanno partecipato alla manifestazione per scoprire i nuovi prodotti, aggiornarsi sui trend di mercato e comprendere le nuove dinamiche di integrazione tecnologica. L'edizione appena conclusa ha registrato anche un +22% di operatori stranieri provenienti da 66 Paesi, segno di un forte interesse internazionale.

 

La biennale internazionale dedicata ad antintrusione, rilevazione antincendio, difese passive, home e building automation, sicurezza informatica, intelligence e antiterrorismo, prodotti e servizi per Forze di Polizia e Vigilanza Privata, ha, in definitiva, chiuso con risultati interpretabili come un segnale forte e concreto di un mercato che punta con decisione alla ripresa e conferma nel primo semestre del 2012 un andamento di segno positivo, vicino al punto percentuale (fonte ANIE Sicurezza).

 

Marco Serioli, Exhibitions Division Director di Fiera Milano, ha dichiarato con soddisfazione: “Nei mesi precedenti all’inaugurazione avevamo lanciato una sfida che il mercato ha dimostrato di aver accettato: la fiera si è confermata un importante punto di incontro per il business e l’aggiornamento professionale. La crescita  a  due cifre dei visitatori e la presenza di operatori esteri provenienti da 66 Paesi testimoniano la volontà di guardare oltre le difficoltà del contesto economico per spingersi verso un futuro di grande consapevolezza in rapporto a un mercato che cambia e che richiede figure professionali sempre più flessibili e  qualificate”.

 

Successo anche per i convegni

 

Hanno destato un notevole interesse anche i 50 convegni, seminari e incontri, che nei giorni di mostra hanno affrontato le tematiche più attuali per il settore. Si è parlato infatti di certificazione e questioni normative legate alla privacy; del futuro degli installatori e degli istituti di vigilanza privata; di sicurezza stradale; di videoforensics; di sicurezza bancaria nell’era del cloud. Un tema che ha ottenuto un grande consenso è stato quello della sicurezza urbana e dei vantaggi delle smart cities. Sono inoltre state approfondite le tematiche legate all’evoluzione tecnologica, dall'integrazione dei sistemi domotici alla evoluzione verso l’IP security.

 

Particolare risalto hanno avuto gli Stati Generali della Sicurezza in Italia che hanno inaugurato la manifestazione e hanno riunito allo stesso tavolo le maggiori associazioni della filiera. I partecipanti si sono detti concordi nella necessità di fare sistema, di creare una piattaforma condivisa tra pubblico e privato e di esplorare nuovi ambiti di attività - quali ad esempio la sicurezza dei monumenti e delle città, la protezione degli impianti dedicati alle energie rinnovabili, la domotica e building automation - per dare nuovo impulso al settore. Il prossimo appuntamento con la manifestazione sarà tra due anni: l'edizione n° 31 di Sicurezza si svolgerà infatti dal 12 al 14 novembre 2014.

 

www.sicurezza.it



pagina precedente