Notizie

Business & People

UMPI celebra il suo 30 anno di attività e rende “smart” la cittadina di Montescudo

19/10/2012

CATTOLICA (RN) -UMPI, azienda specializzata in tecnologie powerline, con una previsione di fatturato entro il 2015 di 50 milioni di euro, festeggia in questi giorni trent’anni di attività. “Un traguardo importante, che per noi rappresenta soprattutto un punto di partenza” - spiega Piero Cecchini che nel 1982 decise di trasformare un’esigenza in un’idea imprenditoriale. “Da quel prototipo per la chiamata di soccorso nei bagni a onde convogliate – prosegue lo stesso Cecchini, attuale presidente UMPI– di passi avanti ne sono stati fatti molti: l’azienda è cresciuta, ha ampliato le proprie competenze, ideato prodotti e soluzioni capaci di soddisfare le esigenze dei clienti in diversi ambiti applicativi.”

 

In tutti questi anni l’innovazione tecnologica messa a punto da UMPI ha consentito a numerosi Comuni e amministrazioni locali di gestire meglio le proprie risorse. Una delle realtà che ha di recente deciso di sfruttare questa opportunità è il Comune di Montescudo (RN). La cittadina di 3.300 abitanti ha infatti adottato la piattaforma tecnologica Mynos System UMPI, diventando così la prima Smart City della Valconca. Il territorio di Montescudo è stato reso interamente “intelligente” grazie a un progetto di efficienza e risparmio energetico sulla pubblica illuminazione, basato sulla tecnologia a onde convogliate di UMPI, capace di trasformare la rete elettrica esistente in reti-dati ad alta velocità senza l’installazione di nuovi cablaggi. I 929 lampioni della città e le 25 cabine di alimentazione sono ora in grado di far transitare segnali audio e video ad altissima velocità, erogando numerosi servizi aggiuntivi.

 

Il sistema di video sorveglianza è già attivo, mentre, collegando ulteriori apparecchiature senza necessità di nuove infrastrutture, sarà possibile avere nuovi servizi relativi alla mobilità sostenibile, alla sicurezza e al controllo sul territorio, alla connettività e al monitoraggio della qualità dell’aria. Grazie alla possibilità di modulare l’erogazione della luce a seconda delle esigenze, i consumi sono stati sensibilmente ridotti. Il Sindaco di Montescudo, Ruggero Gozzi conferma: “L’utilizzo delle apparecchiature di telegestione UMPI, consentirà di ottenere un risparmio complessivo tra energia e manutenzione del 52,3%. L’innovazione tecnologica contribuirà così a ridurre drasticamente i costi di energia e renderà possibile l’abbattimento dei costi di gestione per la manutenzione. Montescudo spende ora per i consumi in bolletta, grazie a Minos System, il 47% circa in meno di energia elettrica all’anno”. 

 

www.umpi.it


Tag:   Umpi,  

pagina precedente