Notizie

La gestione delle emergenze per una Maturità Etica e Sicura

17/06/2010

L'AQUILA - Le catastrofi ambientali, gli infortuni sul lavoro, i rischi informatici, il bullismo, il rischio droga e alcool per la sicurezza stradale e il rischio di disoccupazione sono i temi che le nuove generazioni vogliono affrontare per una Maturità più etica e sicura.
Dal sondaggio lanciato dalla neonata Scuola Internazionale Etica e Sicurezza dell'Aquila (www.scuolaeticaesicurezza.eu) su quale argomento vorrebbero affrontare se alla maturità uscisse un tema di attualità sull'etica e la sicurezza per un futuro migliore del Pianeta, sono emersi spunti interessanti . Su 117 titoli esaminati, 1/3 giunti diligentemente dai maturandi dell'Istituto ITSOS Albe Steiner di Milano, che mettono al confronto suggerimenti delle nuove e "vecchie" generazioni, è emerso che c'è una gran voglia di imparare a gestire seriamente le emergenze perché creano danni gravissimi non solo alla salute ma anche al lavoro delle aziende e al Sistema Paese. A sorpresa è emersa anche la voglia di combattere ogni forma di bullismo e di razzismo. Gli interrogati, pur sentendosi insicuri, mostrano rabbia e voglia di reagire ai soprusi.
La sicurezza alimentare è stata evidenziata anche su suggerimento del tema scelto da Milano per l'Expo2015. Grande attenzione c'è da parte dei più giovani su ogni forma di rischi e attacchi informatici collegati allo sviluppo delle nuove tecnologie e infine il rischio droghe e alcool, anche alla luce di una maggiore sicurezza stradale.
La ricerca, promossa da AIPSA (Associazione Italiana Professionisti di Security Aziendale) e commissionata alla Scuola di Etica e Sicurezza dell'Aquila, durerà ancora 100 giorni e i risultati definitivi del sondaggio, che ha già raccolto oltre 100 risposte, darà origine ad una classifica che verrà inviata a partire dal 27 settembre al MIUR, alle Università, alle Associazioni di categoria dei settori inerenti a queste tematiche e ai mass media. La Scuola sta raccogliendo anche i nominativi per costruire una speciale Giuria composta da 60 membri per evidenziare i 60 temi più significativi. L'alunno (massimo 20 anni) che si sarà distinto maggiormente riceverà come premio un viaggio sul treno a bassa velocità delle splendide coste del Sud Africa.
Un ringraziamento a CANON per aver dato la possibilità, a partire dal 17 giugno 2010, di lanciare l'iniziativa anche a livello nazionale.

Per informazioni: Laura Tinari comunicazione@scuolaeticaesicurezza.eu



pagina precedente