Notizie

Eventi

Protect Italia, Convention per una rivoluzione culturale della sicurezza

25/09/2012

PACENGO DEL GARDA (VR) - Quando un evento riesce a coniugare in modo esemplare professionalità, umanità, suggestioni ed emozioni, quando il tema tecnologico che ne è il fulcro è accompagnato dalla percezione dell'impegno e del lavoro di squadra che ne hanno curato elaborazione e presentazione, allora l'evento possiede ed è in grado di trasmettere il suo valore intrinseco. Un valore che chi era presente comprende e preserva, trasformandolo in motivazione ed energia. Sono state queste le sensazioni che ha saputo comunicare la Convention Protect Italia, svoltasi a Pacengo del Garda lo scorso 15 settembre, presso il Centro Congressi dell’Hotel Parchi del Garda. Obiettivo della giornata, rivolta agli installatori del settore, era quello di illustrare i vantaggi, le applicazioni e le nuove possibilità di business offerte dai sistemi nebbiogeni. Questa tecnologia, già consolidata in altri paesi per la sua efficace funzione antifurto, si sta affermando anche in Italia - al 3° posto nella classifica mondiale delle vendite - grazie alla presenza di un player come l'azienda danese.

 

Il sistema nebbiogeno rilascia una nebbia fitta e impenetrabile, in grado di disorientare il malvivente per un tempo sufficiente a consentire l'intervento delle Forze dell'Ordine. Non si limita quindi ad allertare che un furto è in atto, ma lo stronca sul nascere, offrendo protezione a 360 gradi. Per tale ragione questi dispositivi di sicurezza attiva incarnano quella complementarietà necessaria a trasformare un sistema di allarme in un vero sistema antifurto e per questo la tecnologia è destinata a rivoluzionare il tradizionale mercato degli installatori di sicurezza, aprendo nuove aree di business e generando marginalità interessanti per gli operatori di canale. L'evento, che ha visto la presenza di circa 300 aziende installatrici provenienti da tutta Italia, per un totale di quasi 500 partecipanti, ha preso avvio da un'amara constatazione, esposta dal direttore commerciale Protect Italia, Gianni Vittadello. Dal 2009 al 2012 la percezione di “paura per un furto in casa” è cresciuta in modo allarmante: + 67,3% (dati dell'Osservatorio Europeo sulla Sicurezza).

 

A rendere più eloquente e concreto questo dato è stata la trasmissione di alcuni servizi televisivi, di TG locali e nazionali. Abitazioni, aziende, banche, farmacie, luoghi di culto, edicole, stazioni di servizio, bar, centri commerciali, associazioni sportive e ricreative, senza distinzione... non si salva nulla, tutto ormai è oggetto di questa implacabile escalation di furti. A questa oggettività matematica fa da contraltare una tutt'altro che definita ma diffusa sensazione di insicurezza. “La sicurezza viene percepita come un problema non risolto, ora sta diventando un problema sociale, che riguarda tutti” - ha voluto sottolineare Vittadello. Un'emergenza che viene affrontata da Protect con il nebbiogeno, destinato a diventare un “mega trend”. La previsione si quantifica infatti in cifre ragguardevoli: i 150 mila nebbiogeni installati ad oggi arriveranno a 800 mila nei prossimi 5 anni. Potrebbero salire fino a 8 milioni, come lo stesso Vittadello ha precisato, perché se la sfida è “fermare i ladri, noi vi daremo tutti i mezzi per poterlo fare”. Ha quindi preso la parola uno degli ospiti autorevoli della convention, il Generale Corrado Biava della Polizia di Stato.

 

Con una disamina efficace e chiara, il generale ha spiegato che, se è vero che “la presenza sul territorio è la migliore prevenzione” è anche vero che i continui tagli ai costi, con la conseguente chiusura di caserme, rendono sempre più ardua l'azione tempestiva delle Forze dell'Ordine. Ecco quindi che si rivela preziosa l'azione del nebbiogeno, che riesce a far dilatare i tempi, accrescendo le possibilità di intervento. É stato quindi posto l'accento sulle potenzialità e le prossime evoluzioni della tecnologia, che potrà fornire altri plus capaci di migliorare il risultato contro le azioni criminose, ed è stata sottolineata l'importanza della formazione come fattore di crescita. Accanto ad altri interventi di natura tecnica, la Convention di Protect ha riservato momenti che, nella loro spettacolarità, hanno saputo emozionare i presenti. Significativo è stato il coinvolgimento degli installatori dimostratisi particolarmente collaborativi nella diffusione del nebbiogeno Protect in Italia.

 

Di grande impatto è stata la parte pomeridiana della Convention, un “evento nell'evento” di straordinario impatto scenografico, dove la presentazione delle ultime innovazioni tecnologiche di Protect, destinate a rivoluzionare l'approccio del mercato mondiale al sistema nebbiogeno e a consolidarne la leadership tecnologica nel settore sicurezza, si è esplicata, fino al tardo pomeriggio, in un susseguirsi di momenti ricchi di suggestione, di spunti di analisi e riflessione, intensi e sorprendenti. Rudi Foini, Amministratore Delegato Protect Italia, ha illustrato la nuova gamma di prodotti, dando agli ospiti la prova tangibile che i valori perseguiti dall'azienda, nel segno della costante innovazione quale chiave del successo, mirano sì ad accrescere il posizionamento dei prodotti Protect sul mercato globale, ma soprattutto ad agevolare e sviluppare l'attività dei partner, con un obiettivo finale tanto nobile quanto non facile da perseguire: quello di “semplificare e migliorare la vita, garantendo la sicurezza dei clienti”.

www.protectglobal.it


Tag:   Protect,   nebbiogeno,   Rudi Foini,  

pagina precedente