Notizie

Business & People

Nuova inversione di tendenza: in Italia tornano a crescere i reati

27/08/2012

MILANO - Dopo tre anni in cui si era verificato un positivo cambio di rotta, i reati nel nostro paese - stando ai dati del consuntivo 2011 - sono nuovamente in aumento. Questa non rassicurante constatazione emerge dall'elaborazione fatta dal Sole 24 Ore tenendo conto degli ultimi dati del Ministero dell'Interno sui delitti denunciati dalle forze di polizia all'autorità giudiziaria. L'aumento è significativo, pari al 5,4% rispetto al 2010. Il fenomeno può essere legato, almeno in parte, alle evidenti e diffuse difficoltà legate alla crisi economica. Lo confermerebbe l'aumento dei reati di tipo predatorio, furti e microcriminalità, che registrano i maggiori incrementi, anche a due cifre.

Escalation per i furti nelle abitazioni (+21%, giunti a quota 205mila). In crescita anche le rapine (oltre 40mila) che prendono di mira più i negozi rispetto alle banche. Nel 2011 si sono poi registrati 134mila borseggi e circa 17.700 scippi, in crescita rispettivamente del 16 e del 24 per cento. In media, in Italia vengono presentate 4.557 denunce ogni 100mila abitanti. In rapporto alla popolazione è Milano la città con la più elevata incidenza di reati (7.360 ogni 100mila abitanti).

www.interno.gov.it


Tag:   sicurezza,  

pagina precedente