Notizie

Business & People

ADT annuncia che il suo tag RFID dual-technology ha ottenuto la certificazione “RFID 4 Fashion”

30/07/2012

ASSAGO (MI) - ADT, azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni Fire&Security, ha annunciato che il suo tag RFID dual-technology ha ottenuto la certificazione RFID 4 Fashion. L’etichetta ADT è la prima ad aver completato il rigoroso processo di test - effettuato presso il laboratorio RFID dell’Università di Parma - in ambiente retail. All’interno di questo laboratorio, di cui ADT è partner tecnologico, le etichette RFID vengono valutate in un punto vendita appositamente progettato. I test avvengono in ambienti real-world e rappresentano sia attività logistiche, sia tipici processi in store nel settore della moda. Alessandro Della Monica, Vice President EMEA, Store Performance Solutions, ha sottolineato che la certificazione RFID 4 Fashion sottolinea la robustezza e l’affidabilità della tecnologia ADT.

“L’utilizzo di tag dual technnology, che associano il meglio della protezione antitaccheggio con la miglior tecnologia RFID, permette ai retailer di prevenire i furti e migliorare in modo sensibile la visibilità sull’inventario. Ridurre le carenze di inventario è uno dei driver principali che sta alla base dell’adozione di tecnologie RFID perché influisce direttamente sulla mancata vendita e naturalmente potenzia la soddisfazione del cliente. L’RFID consente inoltre una maggiore automazione che può ridurre in maniera significativa il processo fisico di inventario, migliorare il replenishment, diminuire i furti e liberare il personale che può focalizzarsi sul servizio e il contatto con la clientela”.

Le etichette rigide con tecnologia duale di Tyco associano la nota tecnologia acusto-magnetica Electronic Article Surveillance (EAS) con un tag RFID UHF integrato, assicurando protezione dai furti e visibilità end-to-end sull’inventario. Migliorando la tracciabilità, la visibilità e la comprensione del posizionamento della merce, i retailer sono in grado di incrementare efficienza e produttività. Le prestazioni garantite dalle etichette ADT nei test effettuati presso l’Università di Parma possono essere attribuite a due fattori: il retaggio dell’azienda nel settore retail, il fatto che l’etichetta rigida è, per sua natura, più facile da leggere, per via dell’involucro che isola gli elementi interni da interferenze ambientali quali gli oggetti metallici che potrebbero degradarne le prestazioni.

Per un approfondimento: www.rfidlab@unipr.it; www.adtitaly.com


Tag:   ADT,   antincendio,   sicurezza,   RFID,  

pagina precedente