Notizie

Business & People

PSIM, secondo Frost & Sullivan il mercato varrà 2,79 mld $ entro il 2021

17/07/2012

LONDRA (UK) - Secondo una nuova indagine condotta da Frost & Sullivan, il mercato globale del Physical Security Information Management (PSIM) potrebbe arrivare a valere 2,79 miliardi di dollari entro il 2021. Nel 2011 il fatturato complessivo del segmento è stato di 142,9 milioni di dollari, ma gli analisti ritengono che nel prossimo decennio questa particolare area della sicurezza conoscerà una crescita esponenziale a livello mondiale. Ciò, soprattutto, in virtù di una sempre maggiore consapevolezza dei clienti rispetto ai benefici ottenibili. Lo PSIM aiuta gli utilizzatori finali non solo a identificare i rischi e le relative cause, ma anche a reagire agli eventi attraverso apposite analisi situazionali: tutte informazioni che possono essere critiche per il miglioramento dei livelli di sicurezza di un qualsiasi business.

Secondo Frost & Sullivan, il settore che svolge un ruolo chiave nell’incrementare la redditività del mercato PSIM è quello delle infrastrutture critiche, ma anche quello commerciale e militare hanno un’importanza tutt’altro che secondaria. La relativa immaturità è la sfida maggiore da affrontare, ma una volta che il suo valore sarà stato dimostrato, sottolineano gli analisti, la forza del passaparola garantirà ottimi risultati. Come ha osservato il ricercatore Krzysztof Rutkowski, “la soluzione PSIM è perfettamente in linea con la globalizzazione e, poiché si tratta di una soluzione unificata, sarà percepita dal pubblico come qualcosa ad alto valore aggiunto”. Resta il problema che la maggioranza degli integratori si concentra tuttora sulle soluzioni tradizionali, e che ciò potrebbe rappresentare un limite alla crescita. “Questa è una sfida notevole”, ha precisato Rutkowski, “perché la maggior consapevolezza dei clienti potrebbe non trovare il supporto di cui necessita nei system integrator”.

www.frost.com


Tag:   sicurezza,  

pagina precedente