Notizie

Business & People

“Fraud Intelligence Report” di MarkMonitor: in aumento in tutti i settori gli attacchi di phishing

26/04/2012

SAN FRANCISCO (USA) - Azienda operante nel settore della brand protection, MarkMonitor ha presentato il "MarkMonitor Fraud Intelligence Report" relativo al quarto trimestre del 2011. Non sono confortanti i dati che emergono e che possono sintetizzarsi nell'affermazione: "gli attacchi di phishing sono notevolmente aumentati rispetto al trimestre precedente: il volume degli attacchi di è salito di colpo del 25% rispetto al trimestre precedente, raggiungendo le 130.065 unità". Torna a crescere il numero dei marchi presi di mira e a questo riguardo si assiste a un'inversione di tendenza: hanno raggiunto quota 517, con un aumento del 6% rispetto al terzo trimestre. In crescita costante anche gli attacchi per marchio: il volume è cresciuto del 18% rispetto al terzo trimestre del 2011, raggiungendo le 252 unità. Cresce anche il phishing nel settore finanziario, che rimane il più soggetto (41% del totale).

Gli attacchi hanno raggiunto quota 53.049, con aumento del 15% rispetto al trimestre precedente e del 13% rispetto a un anno fa. Il settore che, dopo questo, diventa il più soggetto è quello del retail, che supera quello dei servizi di pagamento, con un 26% di attacchi nel quarto trimestre. Il phishing ha accelerato la sua già rapida crescita, aumentando del 130% raggiungendo i 33.497 attacchi. Il settore dei servizi di pagamento incide per il 16%. Quasi 2/3 degli attacchi di phishing sono diretti verso gli Stati Uniti e Hong Kong (il 51% verso gli Stati Uniti, l'11% verso Hong Kong). Negli altri paesi che fanno parte del gruppo dei primi cinque, Germania, Regno Unito e Canada, si registra una percentuale di attacchi compresa tra il 4% e il 3,5%. Tra i paesi colpiti dal phishing figurano anche Brasile, Paesi Bassi, Cina, Australia e Russia.

Per maggiori informazioni: www.markmonitor.com


Tag:   retail,   sicurezza,  

pagina precedente