Notizie

Business & People

Lampioni supertecnologici per l'illuminazione e la sicurezza di Napoli

22/02/2012

NAPOLI - Il Presidente della commissione comunale per la Mobilità di Napoli, Giovanni Formisano ha annunciato la possibilità di realizzare lampioni super tecnologici con diverse funzioni: di videosorveglianza, connettività wi-fi, punto di soccorso, sensore di rilevamento di dissesti ambientali e idrogeologici. A questa iniziativa potrebbero essere destinati un quarto dei 100 milioni di Euro di fondi europei che sono stati stanziati per riqualificare il centro storico. Per far sì che il palo acquisisca queste prerogative, è sufficiente l'inserimento di un dispositivo: sfruttando solo l'energia, esso trasforma il palo elettrico in un lampione versatile, il cui costo unitario sarebbe di circa 300 euro. Nell'arco di 5-6 anni, questo costo verrebbe ripagato dal risparmio energetico ottenibile grazie alla sostituzione delle lampade a incandescenza con quelle a basso impatto ambientale (già sostituite per il 90 per cento) e a una più razionale distribuzione dei punti luce. L'illuminazione cittadina viene erogata attraverso il contratto con il consorzio Citelum, che prevede un approvvigionamento energetico per 7 milioni di euro, e tramite una convenzione della provincia con Enel Sole, che gestisce l'illuminazione di 4500 punti luce, installati nel 2000 (in occasione del Giubileo). L'ipotesi di utilizzo di pali intelligenti, come emerso dai recenti incontri tra addetti ai lavori, è senz'altro perseguibile, ma deve essere realizzata una canalizzazione multifunzionale con un unico gestore. Il progetto da realizzare sarebbe quello di un "piano regolatore della luce" in grado di mettere a sistema l'illuminazione e la sicurezza di buona parte della città.

www.comunenapoli.it


Tag:   sicurezza,   wireless,  

pagina precedente