Notizie

Business & People

OSSIF: ancora in calo i furti ai danni delle banche

04/01/2012

ROMA - Una notizia positiva relativa al primo semestre dell'anno appena concluso è stata diffusa da OSSIF. Riguarda i dati di rapine e furti ai danni di banche. Le prime sono in calo, confermando una tendenza che continua senza interruzioni dal 2008. Si inverte anche un altro dato significativo, quello del bottino medio, che dopo tre anni di incremento si è finalmente ridimensionato. Non deve sorprendere il fatto che a una diminuzione del numero delle rapine corrispondesse, negli anni passati, un bottino medio più elevato: gli importi delle rapine più cospicue hanno riguardato un numero inferiore di eventi, facendo elevare il dato complessivo. Questo rende ancora più importante il risultato conseguito nei primi sei mesi del 2011, ovvero che entrambi i dati, numero delle rapine e bottino medio, si siano abbattuti.

Per quel che concerne i furti, OSSIF fornisce dati relativi sia a quelli che hanno avuto successo, sia a quelli solo tentati (di fatto però questi ultimi equivalgono a quelli riusciti da un punto di vista numerico e anche in rapporto ai danni arrecati alle filiali). Anche per questo tipo di reato si è assistito a una contrazione, anche se più ridotta rispetto alle rapine. I furti riusciti sono stati 115. Erano stati 4 di meno nel primo semestre del 2010 e 133 nel secondo semestre dello stesso anno. Precisiamo che, quando si parla di furti con scasso ai danni delle banche italiane, il riferimento va in via quasi esclusiva agli attacchi che vengono portati agli ATM. Questo perché, grazie agli investimenti tecnologici effettuati dal settore nel corso degli anni, i mezzi di custodia che proteggono i beni della clientela (cassette di sicurezza e depositi chiusi) sono molto più difficilmente attaccabili.

www.ossif.it


Tag:   sicurezza,  

pagina precedente