Notizie

Eventi

Linking University, un incontro tra ricercatori e imprese per la crescita del comparto automazione

01/12/2011

MILANO - Un momento di analisi, scambio e confronto, che ha coinvolto tutti i referenti del comparto automazione, da una parte i costruttori, gli accademici dall'altra: è questo il significato più autentico di Linking University, l'evento organizzato a Milano a metà novembre da Messe Frankfurt, la filiale italiana del maggiore ente fieristico tedesco. Il comparto dell'automazione è un comparto nel quale l'innovazione è assoluta protagonista e il valore aggiunto rappresentato da un apporto accademico è considerato di grande importanza. Come ha spiegato Cesare Fantuzzi, (Università di Modena e Reggio): "Il dottore di ricerca, o meglio il PhD, non è solo un percorso teorico triennale post laurea ma è molto di più. In Italia ancora si pensa che sia un modo per iniziare la carriera accademica invece è piuttosto un percorso che ha l'obiettivo di risolvere specifiche questioni".

Ennio Franceschetti, Presidente della Gefran (il più grande produttore di automazione in Italia) illustra il punto di vista degli imprenditori che, a suo parere, spesso non capiscono il linguaggio degli accademici. All'estero invece, il collegamento tra università e impresa funziona meglio. In Italia può capitare che le università entrino in conflitto tra loro, rendendo difficile per il mondo dell'automazione trovare un punto di riferimento affidabile. Non sempre è possibile fare technology scouting internamente, soprattutto in quanto oneroso. In sintonia con questa osservazione Alberto Leva, del Politecnico di Milano, secondo il quale "università e impresa parlano due linguaggi diversi e questo è tanto più valido quanto più le aziende sono piccole". A fare ancora maggiore chiarezza sulle qualità dei dottori di ricerca è stata Alessandra Flammini, dell'Università di Brescia, che ha sottolineato come "il PhD non è una persona che l'azienda assume per spendere meno ma è una persona che vede i problemi dell'azienda dall'esterno e questo è un valore aggiunto".

Per chi sta in azienda esiste solo quella realtà. Per il dottore di ricerca invece l'universo di riferimento è molto più ampio e questo, grazie ad una maggiore flessibilità, porta più facilmente alla risoluzione dei problemi". Linking University ha quindi proposto le relazioni dei rappresentanti italiani dei quattro settori scientifici di riferimento per l'automazione: misura, elettronica, automatica e meccanica. Molto eloquenti e in grado di sintetizzare i contenuti del lavoro svolto le loro parole: "E' difficile trovare nella vita quotidiana qualcosa che non sia legato all'automazione e questo è valido per ogni settore, comparto e professione che ci possa venire inmente. É una hidden technology, una tecnologia nascosta, senza la quale il mondo come lo conosciamo oggi non esisterebbe".

Per maggiori informazioni: www.messefrankfurt.com


Tag:   formazione,   automazione,  

pagina precedente