Notizie

Business & People

Stefano Bulletti nominato presidente di AICE

30/10/2011

MILANO - AICE (Associazione Italiana Industrie Cavi e Conduttori Elettrici) aderente a Federazione Anie, con 30 imprese associate e oltre 6.000 addetti, è l'organismo che rappresenta le aziende attive nei comparti dei cavi per energia, cavi per comunicazione e conduttori per avvolgimenti elettrici. Da qualche giorno ha un nuovo Presidente. É Stefano Bulletti, Amministratore Delegato di Prysmian Cavi e Sistemi Italia. Nello stesso anno in cui ha conseguito la laurea in Ingegneria Elettronica presso l'Università di Firenze (1984), Bulletti è entrato in Label come Electronic Projects Designer. L'anno successivo si è trasferito presso la Savio Matec (gruppo ENI) con la carica di Manager del dipartimento tecnico Hardware & Software. Nel 1988 è entrato nella divisione Tyre del gruppo Pirelli & C. con la qualifica di Automation Manager per la divisione "Steel Cord". Lo svolgimento della sua carriera lo ha poi portato in Brasile (Plant Director di uno degli stabilimenti Pirelli), poi a Milano. Nel 2004 è entrato nella divisione cavi e sistemi energia, ricoprendo la carica di Manufacturing Director Europe. Dopo aver rivestito diversi altri importanti ruoli, da aprile del 2010 a marzo del 2011 ha fatto parte del Consiglio di Prysmian SpA.

Il neo Presidente ha espresso soddisfazione per la nomina: "È con orgoglio che accolgo questo incarico. Condivido pienamente gli indirizzi programmatici recentemente espressi dal neo Presidente di Anie Claudio Andrea Gemme, con particolare riferimento all'importanza di un continuo rafforzamento della rappresentanza dei settori dell'elettrotecnica e dell'elettronica in seno alla Federazione". Nell'illustrare le linee guida del proprio mandato, Bulletti ha voluto sottolineare come le imprese del comparto cavi abbiano dato di recente un significativo contributo allo sviluppo del settore delle energie rinnovabili, in particolare con la realizzazione di cavi ad hoc per gli impianti fotovoltaici, e che è bene che proseguano su questa linea esplorando nuovi settori, come ad esempio quello dell'eolico. Massima attenzione viene posta dal nuovo presidente alla questione della sicurezza degli impianti elettrici, legata soprattutto al pericolo degli incendi. A questo riguardo egli auspica una spinta verso l'impiego dei cavi atossici, non propaganti l'incendio e resistenti al fuoco, da realizzare anche tramite l'adozione di leggi europee e nazionali di tipo "obbligatorio".

www.anie.it


Tag:   AICE,   Anie,   cavi,  

pagina precedente