Notizie

Normative

Presentato a Roma il libro: “Commento al Codice antimafia”

26/10/2011

ROMA - E' stato presentato il 25 ottobre scorso, presso la sede della Scuola Superiore di Polizia di Roma, il libro: "Commento al codice antimafia" (Maggioli Editore). L'opera illustra tutte le novità che il Codice antimafia del 2010 ha introdotto in due settori fondamentali della legislazione contro la criminalità organizzata: le misure di prevenzione e la documentazione antimafia, due partizioni essenziali che l'ordinamento giuridico ha approntato in alcuni decenni e che richiedevano un'interpretazione aggiornata e semplificata. Presenti all'incontro il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, nonché Prefetto di Roma, Antonio Manganelli, e ospiti illustri, tra cui il Direttore della Scuola Superiore di Polizia Gerardo Cautilli; il Sottosegretario di Stato, Alfredo Mantovano; Pietro Grasso, Procuratore Nazionale Antimafia; gli accademici Alfredo Gaito e Giorgio Spangher, dell'Università La Sapienza di Roma.

Il Codice Antimafia ha richiesto una duplice modalità di intervento: da un lato è stato riassunto, per un obiettivo di carattere compilativo, l'insieme delle disposizioni che regolamentavano la complessa materia delle misure di prevenzione personali e patrimoniali, dall'altro sono state aggiornate le regole che risultavano superate. L'opera dedica una minuta attenzione alle modifiche apportate ai testi previgenti e alle conseguenze applicative di tali innovazioni. Di pari importanza la modifica introdotta dal Libro II, in relazione al regime della cd. documentazione antimafia, ossia nell'insieme delle norme che disciplinano le procedure di controllo finalizzate a impedire le infiltrazioni mafiose nel settore della negoziazione pubblica. I poteri istituzionali adotteranno in tempi brevi l'introduzione al Codice Antimafia di normative di diritto sostanziale e processuale che regolino il contrasto alle mafie, offrendo così agli operatori giuridici un corpus unitario di regole, in grado di orientare efficacemente la lotta alla criminalità organizzata.

"Commento al Codice Antimafia" - Autori: Alberto Cisterna, Procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia; Maria Vittoria De Simone, Sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia; Bruno Frattasi, Prefetto, Direttore dell'Ufficio Coordinamento e Pianificazione delle Forze di Polizia; Stefano Gambacurta, Vice-Prefetto de L'Aquila.

www.maggioli.it


Tag:   vigilanza,   sicurezza,   normative,  

pagina precedente