Notizie

Eventi

La videosorveglianza è centrale per la sicurezza ferroviaria: Castelli e Moretti all'UIC 2011

06/10/2011

ROMA - Si è concluso con soddisfazione di partecipanti e organizzatori il 7° Congresso internazionale sulla sicurezza ferroviaria UIC, dedicato al tema: "Nuove prospettive in un mercato ferroviario liberalizzato: le risposte della tecnologia ai rischi globali". Il 22 e il 23 settembre l'Hotel Sheraton Golf Parco de' Medici Hotel di Roma è stato teatro di numerose sessioni culturali e workshop, con oltre 200 intervenuti da 22 diversi paesi a testimoniare la dimensione mondiale del congresso. La problematica dei rischi ferroviari è stata affrontata sotto il profilo politico-strategico, ma anche e soprattutto sotto il profilo delle soluzioni tecnologiche che possono far fronte alle più comuni minacce. Sono emersi tanti aspetti critici per la sicurezza di treni, stazioni e linee ferroviarie: dai writers al furto del rame, dagli homeless alla minaccia terroristica, dai sabotaggi alle rapine nei vagoni, dai suicidi (che, aldilà della dimensione umana, comportano danni economici rilevantissimi per il sistema ferroviario), alle frane che ostruiscono il passaggio dei treni, fino agli attraversamenti impropri dei binari.

Per prevenire questa molteplicità di problematiche – ha dichiarato l'Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato Italiane, Mauro Moretti – la videosorveglianza è considerata una soluzione centrale, che si intende perseguire con la massima determinazione. Moretti, assieme al Viceministro presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Roberto Castelli, si è poi intrattenuto allo stand del gruppo AASSET Security (vedi foto), che presentava una soluzione completa Grundig per il controllo TVCC di flotte e il pacchetto software per la centralizzazione dei sistemi in stazione di monitoraggio. La soluzione ha destato particolare interesse, garantendo una registrazione accurata di quanto accade sia all'interno delle carrozze, sia all'esterno di ciascuna unità treno e un controllo live da remoto. La centrale, collegata alle varie unità mobili, rileva infatti via GPS la posizione del treno, ne determina la posizione geografica e la velocità e informa le stazioni collegate di eventuali danni o anomalie riportate dal sistema di diagnostica, consentendo un efficientamento degli eventuali interventi di manutenzione da operare. Molto apprezzata anche la linea IP di Grundig che AASSET Security Italia ha presentato all'UIC assieme alla piattaforma software AIMETIS, insuperata per affidabilità e varietà degli algoritmi software per l'analisi video che la distingue.

www.uic.org; www.aasset-security.com/italia


Tag:   AASSET,   sicurezza,   videosorveglianza,   tvcc,  

pagina precedente