Notizie

Eventi

La Fondazione Hruby ha presentato il sistema di protezione e videocontrollo del Sacro Monte di Varallo

01/10/2011

MILANO - Lo scorso 19 settembre, nella sala di Villa Durio, sede del Comune di Varallo Sesia, nel corso di una affollata conferenza stampa a cui hanno preso parte rappresentanti delle istituzioni pubbliche e delle amministrazioni locali, la Fondazione Enzo Hruby ha presentato il suo nuovo progetto, il sistema di protezione e videocontrollo del Sacro Monte di Varallo. La necessità di un intervento di questa natura presso il Sacro Monte è stata ben espressa dalle parole del Cap. Guido Barbieri, del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale: "Un' opera di tale rilevanza richiede interventi conservativi e di salvaguardia adeguati, soprattutto in relazione ai furti di opere d'Arte Sacra che hanno interessato vari luoghi di culto del territorio piemontese nell'ultimo decennio." Quindi l'"incontro" con la Fondazione che, come ha sottolineato Carlo Hruby, Vice Presidente, ha deliberato di sostenere l'intervento di protezione con un impianto di videosorveglianza e registrazione innovativo, unico. "Il Sacro Monte di Varallo ha un grande valore culturale, da tutelare contro furti, vandalismi, manomissioni. Il progetto costituisce un'autentica sfida, poiché il Sacro Monte è il più antico, esteso e ricco di opere ad oggi esistente.

Le opere sono collocate in ambienti tra loro lontani e in un habitat naturale esposto a condizioni climatiche sfavorevoli". Hruby si è quindi soffermato sull'aspetto tecnico. Il sistema si basa su una rete di fibra ottica che supporta l'invio di segnali video provenienti dalle telecamere con illuminatori a infrarossi situate in ogni cappella. Le immagini potranno essere inviate ai Carabinieri per essere consultate o registrate. Le caratteristiche avanzate del progetto, rispettoso delle vigenti normative sulla privacy, consentiranno anche di realizzare una visita virtuale del Sacro Monte. Su quest'ultimo, affascinante aspetto si è soffermato il sindaco di Varallo, Gianluca Buonanno, che ringraziato la Fondazione per quest'azione "decisiva" che garantirà al Complesso Monumentale la protezione che merita, consentendo un salto di qualità e una notevole valorizzazione. Su questa nuova visibilità ha posto l'accento anche Giacomo Gagliardini, Commissario straordinario Riserva Naturale Speciale Sacro Monte di Varallo, che ha sottolineato come "la maggior protezione dei beni garantita dal nuovo impianto deve spronare all'impegno per una efficace promozione del luogo, sia come meta di pellegrinaggio sia come meta di interesse artistico e ambientale".

www.fondazionehruby.org



pagina precedente