Interviste

Quattro pilastri che fanno un leader: la filosofia di Vivotek

Intervista a Steve Ma, Vice Presidente esecutivo di Vivotek

02/02/2015

Come instaurare e mantenere nel tempo rapporti fiducia con dipendenti, azionisti e business partner? Perseguendo i valori che rappresentano i pilastri della filosofia aziendale di Vivotek: innovazione su soluzioni a sempre maggior valore, integrità, cura nelle relazioni e nei servizi, responsabilità di ciò che si fa e si dice. Anche verso l'ambiente. Il tutto tendendo a diventare entro il 2015 un total solution provider a 360 gradi.

Integrità, cura e innovazione sono i pilastri su cui poggia la vostra filosofia aziendale. Potrebbe dirci qualcosa di più su questi valori?

Questi valori ci consentono di instaurare e mantenere nel tempo una relazione di fiducia con dipendenti, azionisti e business partner. Sul piano dell’innovazione, incoraggiamo i nostri dipendenti a sviluppare approcci innovativi per mettere a punto prodotti, soluzioni e servizi di valore sempre maggiore. Dal punto di vista dell’integrità, ci aspettiamo onestà e impegno nei confronti di colleghi e clienti. In termini di cura, infine, richiediamo cortesia, empatia e disponibilità a condividere. C’è poi un quarto valore, per noi altrettanto importante: la responsabilità di ciò che si fa e si dice.

In soli 14 anni Vivotek è diventata uno dei più importanti fornitori di soluzioni IP sul mercato internazionale: l’investimento in Ricerca & Sviluppo è al cuore di questo risultato?

Sì, senza dubbio. Nel corso del tempo, la nostra capacità innovativa è stata dimostrata dallo sviluppo della tecnologia video codec, del protocollo networking e della SoC multimedia – in tutti i casi, abbiamo dimostrato di saper mettere a punto prodotti altamente affidabili anche in ambienti difficili. I nostri sforzi, naturalmente, sono diretti anche alle vendite e al marketing, al servizio ai clienti e al supporto tecnico. È per tenere il passo anche su questi fronti che abbiamo aperto due sedi distaccate anche negli Stati Uniti e nei Paesi Bassi.

Com’è organizzata la vostra presenza a livello internazionale?

I nostri prodotti sono venduti (con il relativo supporto e i tutti i nostri servizi) in più di 80 paesi del mondo attraverso un’ampia rete di distributori e system integrator.

Che cos’è il Programma SIA?

È un’alleanza strategica che mira a facilitare l’integrazione dei nostri prodotti con le piattaforme e i software leader sul mercato. Grazie a questo programma, i nostri partner hanno la flessibilità necessaria per potenziare le funzionalità chiave nel momento in cui mettono a punto una soluzione di sorveglianza IP.

Vi siete impegnati a preservare l’ambiente attraverso numerosi progetti. Ce ne può parlare?

È ormai ampiamente riconosciuto che il nostro pianeta sta subendo le conseguenze negative del progresso tecnologico. In particolare, i cambiamenti climatici e il riscaldamento globale hanno fatto emergere seri problemi legati alle emissioni di CO2. Vivotek ha ottenuto diversi certificati che attestano il nostro impegno concreto in questa direzione, mettendo a punto delle linee-guida per una progettazione a basso impatto. Tra queste, l’eliminazione dell’impiego di sostanze pericolose, la semplicità di disassemblaggio/riciclaggio e l’eco-design.  

Quali sono, a suo avviso, i trend più interessanti dell’IP che si sono registrati negli ultimi tre anni?

Con la maturità raggiunta dalle infrastrutture network e i notevoli progressi tecnologici registrati, le funzioni “intelligenti” quali la Video Content Analysis (VCA) sono state riconosciute fra le tendenze più importanti del mondo della sorveglianza. Del resto, è proprio grazie a funzionalità di questo tipo che le camere network possono essere impiegate come strumenti efficaci per migliorare non solo la sicurezza, ma anche l’efficienza gestionale (è il caso, ad esempio, dei negozi al dettaglio).

Siete soddisfatti dei risultati ottenuti nel 2014?

Quest’anno abbiamo raggiunto alcuni traguardi importanti. Innanzitutto, abbiamo introdotto la Vivotek Application Development Platform (VADP), che integra nelle camere alcune funzionalità proprie della video analisi. In agosto abbiamo poi presentato tre funzioni aggiuntive di VCA (da noi direttamente sviluppate): Field Detection, Line Crossing Detection e Object Counting. Infine, abbiamo lanciato sul mercato una nuova IR fisheye fixed dome network camera da 5 Megapixel, la FE8181V. Questo modello è dotato di un filtro IR-cut removibile che consente l’uso diurno e notturno ed è equipaggiato con un illuminatore IR che consente un monitoraggio notturno a 10 metri di distanza e a 360 gradi.

Qual è la vostra più grande ambizione per il 2015?

Per fronteggiare una concorrenza sempre più agguerrita e un pubblico sempre più esigente, abbiamo deciso di offrire al mercato soluzioni sempre più potenti, esclusive e intelligenti. Allo stesso tempo, i nostri sforzi saranno tesi a diventare un total solution provider a tutti gli effetti, in grado di rispondere alle richieste dei clienti in modo sempre più completo e onnicomprensivo.

  

www.vivotek.com

 

 

 

 

 


pagina precedente