Interviste

Se l'Open Platform fa la strategia, l'Ecosistema fa la forza

Intervista a Claus Rønning, direttore Europa meridionale & DACH di Milestone Systems

11/11/2014

Milestone: da oltre 15 anni l'Open Platform Company per eccellenza. Le strategie si consolidano e gli obiettivi si rafforzano ruotando sempre attorno al perno di ricche e profilate partnership commerciali e tecnologiche capaci di generare soluzioni a valore all’interno di un eco-sistema sempre più ampio. Unico vendor ad oggi interamente conforme al profilo G del protocollo ONVIF, con Milestone Integration Platformpermetterà una ancor più affidabile collaborazione sistemica tra VMS e Controllo Accessi.

Qual è l’attuale strategia di Milestone Italia? Quali politiche – commerciali, tecnologiche e di partnership – state mettendo in campo in Italia?

Le nostre politiche e strategie seguono un modello che da tempo si è rivelato funzionale e vincente. Proponiamo le nostre soluzioni a una catena del valore che include distributori, integratori ed esperti in sicurezza fisica con un preciso obiettivo: soddisfare al meglio le esigenze dell’utente finale. Allo stesso tempo, operiamo all’interno di un ricco eco-sistema di partner tecnologici – dalle telecamere e dai sensori esterni connessi in TCP/IP o tramite I/O ai software house – che vanno ad arricchire e completare la nostra offerta.


Come giudicate, allo stato attuale, il mercato italiano?

Dalla fine dello scorso anno, il mercato italiano sta subendo una significativa flessione sui progetti di grandi dimensioni e, soprattutto, su quelli a finanziamento pubblico. In un contesto del genere, diventa assolutamente strategico proporsi sul mercato con un’offerta a elevato valore aggiunto che abbia nell’integrazione il proprio filo conduttore.


Cosa bolle nella pentola di casa Milestone? Cosa proporrete a SICUREZZA?

Coerentemente con la strategia sopra descritta, Milestone sta ampliando le proprie capacità di integrazione attraverso la Milestone Integration Platform: presentata lo scorso maggio, permetterà di ottenere una più trasparente collaborazione sistemica tra VMS e Controllo Accessi. Inoltre, come già successo in passato, stiamo aprendo nuove frontiere per favorire e “governare” l’efficienza degli addetti alla sicurezza – si pensi, ad esempio, al fatto che siamo gli unici produttori a essere interamente conformi al profilo G del protocollo Onvif. Ciò significa essere in grado di supportare oggetti in rete con registrazione video a bordo: funzione che, se associata all’impiego di metadati (e anche in questo caso siamo stati i primi a introdurre nel VMS un quadro tecnico e a norma),  consente di aumentare sino a 100 volte la velocità di ricerca di un dato (ad esempio una posizione GPS con rispettive immagini, oppure un oggetto che si è mosso all’interno di un campo visivo). In tal modo, si riafferma l’importanza di fornire ai responsabili della sicurezza il miglior dato disponibile nel più breve tempo possibile per accrescere le capacità d’analisi e, quindi, le capacità di prendere le giuste decisioni.


In fiera vi presenterete anche come ECOSYSTEM VILLAGE. Cosa rappresenta per Milestone questo villaggio? Che significato riveste non solo per voi, ma anche per le altre aziende aderenti all’Ecosistema?

L’Eco System Village è, a nostro giudizio, l’ennesima prova di quanto l’unione faccia la forza. 
Ma è anche la conferma di una strategia che Milestone ha sposato quindici anni fa, quando ha deciso di scegliere una strategia di partnership evitando piani di diversificazione incoerenti e approssimativi, che avrebbero leso la nostra immagine, chiara e univoca, di Open Platform Company.
Nel tempo abbiamo pertanto riconfermato la nostra strategia: incentivare ogni imprenditore a completare il nostro core business VMS con apporti tecnologici e integrazioni che trasformino un sistema generico – sviluppato dalla nostra fabbrica di software con circa 150 addetti alla ricerca & sviluppo – in una soluzione a elevato valore aggiunto per il singolo cliente. Come noto, ogni installazione ha le sue peculiarità. Ma non ogni VMS rappresenta una base solida sulla quale costruire una soddisfacente soluzione su misura.


Quali vantaggi porta far parte di un Ecosistema?

Far parte di un Ecosistema significa, innanzitutto, essere parte di una comunità imprenditoriale di tipo evolutivo: la nostra comunità appartiene a persone e imprese che sanno sfruttare appieno l’evoluzione dell’IP e la crescente operatività in remoto, che apprezzano la generazione mobile e vedono il loro mondo di riferimento… senza frontiere. Per quasi la totalità di questi soggetti, l’incrocio tra il mondo IP e quello più tradizionale della sicurezza fisica equivale a un’opportunità da cogliere e mettere al servizio di tutti coloro che sanno stare al passo coi tempi. Ritengo che il successo di un Ecosistema sia in gran parte legato al confronto continuo, alla formazione e alla determinazione nel portare avanti l’idea di networking.

Scopri Ecosystem Village

www.milestonesys.com 


pagina precedente