Interviste

Allegion e CISA: soluzioni on-demand

Intervista a David D. Petratis (CEO di Allegion) e Lúcia Veiga Moretti (Vice Presidente Senior e Presidente per le regioni EMEIA)

08/11/2014

Allegion è una realtà da 2 miliardi di dollari che offre innovative soluzioni per la sicurezza alle aziende come ai privati e la storica losanga CISA rientra tra i 5 marchi strategici a livello globale del gruppo. Il nome Allegion deriva dalla fusione della parola latina “legione” con la parola “alleanza”, e indica la fusione dei brand che essa rappresenta. a&s Italy ha incontrato alla fiera SECURITY, ad Essen, il CEO di Allegion David D. Petratis e Lúcia Veiga Moretti (Vice Presidente Senior e Presidente per le regioni EMEIA). Il motto “Pioneering safety” riflette la capacità di Allegion di unire aspetti altamente tecnologici con la meccanica, che è tuttora la base di qualsiasi sicurezza. Ma essere pionieri significa saper ridefinire la sicurezza e spingersi sempre oltre. Ecco come.

Cosa cerca Allegion a Security Essen?

DDP: Qui ad Essen ci sono molti nostri clienti di peso che vogliono proteggere beni, persone e tecnologie e che trovano in Allegion un partner ideale. Del resto, il nostro servizio è di grande valore: ci adattiamo alle richieste del cliente ed abbiamo una grande esperienza, anche grazie a brand storici come CISA. Qui in Fiera, come nel resto del mondo, si osserva un importante fenomeno di convergenza tra software, firmware e meccanica, dove noi vantiamo una lunga e gloriosa tradizione: questo knowhow ci consente di abbracciare la convergenza in atto e di offrire ai clienti delle soluzioni altamente integrate. Perché per fare soluzioni integrate occorre prima di tutto la sicurezza meccanica: un software non renderà mai le persone sicure, è solo uno strumento con il quale interagire. CISA, Schlage, Interflex: l'unione di queste aziende è fondamentale perché il software e il firmware siano sempre più globali. La meccanica e la configurazione continueranno invece ad essere locali: parte del nostro valore aggiunto sta quindi nell'essere Glocal, cioè global ma al contempo local. E anche i nostri clienti sono Glocal: globali ma con necessità locali.

Quali sono i problemi più rilevanti che avete incontrato?

DDP: In termini di comunicazione, esiste una gran varietà di interfacce: wifi, bluetooth, ZigBee…ma tutto questo apre solo una porta. E poi c’è il sistema operativo di back office che può essere di tante marche diverse e con interfacce che parlano lingue diverse: catalano, portoghese, mandarino. Risolvere questi problemi tecnici è una grande sfida in termini di protocollo di comunicazione.

In quali aspetti state avendo i maggiori successi?

DDP:
In occidente la sicurezza negli edifici è un ormai un fatto scontato poiché sono stati sviluppati nel tempo vari codici e standard. Nei mercati emergenti invece non è così e noi stiamo giocando un ruolo importante nella definizione delle specifiche di security e safety. Quest’anno, ad esempio, abbiamo aperto il Fire&Security Institute in Cina. Creando degli standard, se un prodotto, poniamo italiano, viene esportato in Indonesia o in Brasile, anche i codici vengono esportati con esso, innescando un processo virtuoso.

Quali sono i vostri mercati verticali più forti?

LVM: Residenziale, commerciale (grandi centri commerciali), edilizia, sanità, istruzione. Un altro aspetto che rende Allegion unica è che possiamo servire i mercati in modo specifico grazie alla rete di brand che abbiamo nel mondo. Mi spiego meglio: molti architetti richiedono un particolare brand diciamo statunitense in certi mercati; ebbene Allegion è in grado di offrire quel brand, assieme a molti altri.

Che ruolo gioca CISA in Allegion?

LVM: CISA è una delle forze storiche di Allegion. Ci sono innovazioni alle porte come Multitop, Multitop elettrico, quindi alla creatività si aggiunge il supporto ai clienti. CISA del resto ha alle spalle una lunga storia di innovazioni (nel 2016 celebrerà i 100 anni di attività) ed è fortissima sul fronte meccanico. Tra gli obiettivi, quello di far sì che CISA possa aiutare meglio i clienti dal punto di vista elettronico con soluzioni specifiche, verticale per verticale.Ad Essen, per esempio, abbiamo presentatola nostranuova serratura elettronica contactless CISA eSigno, che amplia la gamma delle soluzioni per il settore alberghiero.Sicurezza e protezione sono certamente fattori prioritari per il settore hotel, ma design ed efficienza sono sempre più apprezzati. Il controllo degli accessi è una vera necessità nel settore alberghiero e le soluzioni di sicurezza proposte devono necessariamente essere progettate e realizzate ponendosi come obiettivo quello di coniugare sicurezza e comfort, sia per le persone che per le cose.

Cosa pensate del mercato italiano?

LVM: CISA avrà un ruolo molto importante nella sua crescita. In Italia intendiamo lavorare più a stretto contatto con i mercati verticali ed orientarci verso soluzioni più on-demand. Il mercato italiano è stabile, ma vogliamo gettare le basi per lavorare a più stretto contatto con il cliente e con le specifiche richieste. CISA è un marchio leggendario, e grazie all'appartenenza ad Allegion può avere accesso a numerosi mercati.

  



pagina precedente