Interviste

“Perché il TVCC sta vivendo un boom!” Perché – e per come – di Canon ad Essen

Intervista a Julian Rutland, Visual Communication Products and Solutions Director di Canon Europe

29/10/2014

Cominciamo con la domanda più semplice: perché Canon ad Essen?

Perché la videosorveglianza è un nostro focus e le telecamere di rete sono al centro dell'evoluzione tecnologica attuale. Perché questo mercato sta esplodendo, ecco perché ci siamo. E ci siamo con una posizione privilegiata: abbiamo la migliore tecnologia per le lenti, sensori in-house, software per l’elaborazione delle immagini. I nostri prodotti vengono migliorati anno dopo anno, sono sempre più competitivi e offrono una gamma via via più ampia.

Cosa presentate nello specifico ad Essen?

Le nuove telecamere disponibili da dicembre 2014. Telecamere nuove ma con settant'anni di esperienza Canon nella produzione di lenti, quindi con un enorme knowhow alle spalle nello sviluppo di dispositivi di rete capaci di offrire un’ottima qualità dell’immagine in qualunque condizione di luce. La nuova gamma di telecamere network è stata pensata per una varietà di utilizzi, come la videosorveglianza urbana, il traffico e il monitoraggio delle infrastrutture critiche, oltre ad ambienti indoor come aeroporti, banche e casinò. Con le serie H ed M i system integrator potranno offrire una gamma molto ampia per tantissimi ambienti esterni e interni con un modello “core” e offrendo sempre un'eccellente qualità dell’immagine. Le nostre telecamere sono facili da installare, compatibili con il profilo S di ONVIF e vantano un esteso programma di garanzia.

Ma qui ad Essen stand mostriamo anche il nostro impegno nella costruzione e nel consolidamento di partnership con altri brand: continuiamo nel solco dell’integrazione, con i partner VMS e con Arteco, ad esempio, che è un partner chiave sul fronte locale.

Soluzioni verticali e partnership sembrano quindi essere le parole chiave della vostra strategia: come si sviluppano in concreto?

Sono temi interconnessi: partiamo dalle logiche di partnership. Lavorare con i partner per noi significa anche sviluppare soluzioni sempre più avanzate e di alta qualità per il mercato security. Studiamo sempre nuovi modi per migliorare le opportunità di business per i nostri system integrator e per implementare la qualità delle soluzioni video. Ecco perché i prodotti Canon sono compatibili con un’ampia gamma di soluzioni software leader di mercato. 
Da qui si sviluppa anche il concetto di soluzione verticale. Mi spiego subito con un esempio. La settimana scorsa ci trovavamo a Photokina, premio di fotografia europeo, e abbiamo lavorato con un system integrator in Germania, con il nostro partner Netavis, con uno dei loro servizi e con una delle nostre telecamere per elaborare una soluzione specifica per il mercato del photo retail.
Questa è una soluzione verticale.

C’è una regione nel mondo in cui siete più forti?

Siamo forti in Giappone, perché il mercato giapponese funziona in modo diverso: i brand giapponesi offrono soluzioni end-to-end e hanno un modello di vendita diretto. Così facciamo noi: ecco perché vantiamo un market share del 4-5% e perché storicamente, per tutti i prodotti, Canon in Giappone ha sempre realizzato molto business. Ma stiamo cercando di raggiungere gli stessi risultati in USA ed Europa.

Veniamo allora al mercato Italia: quali aspettative avete? 

Molti mercati europei – incluso quello italiano – stanno vivendo la fase cruciale della transizione tecnologica dall'analogico all’IP: c’è quindi davvero molto lavoro da fare.
La nostra sfida è analoga per tutti i paesi dell'Europa, quindi anche per l'Italia: cogliere questa grande opportunità e collocarci fra le top 10. Un obiettivo ambizioso, lo so: ci sarà da lavorare.

 



pagina precedente