Interviste

Beta Cavi punta sulla sicurezza e diventa “multinazionale”

Intervista a Luca Cappelletti, Sales and Marketing Director di Beta Cavi

16/09/2014

Azienda salernitana con una presenza internazionale sempre più forte, nell’ultimo quinquennio Beta Cavi è riuscita a crescere a un ritmo annuo del 30% grazie ai forti investimenti in Ricerca & Sviluppo. Oggi Beta Cavi intende focalizzare la propria attenzione sulla sicurezza a 360 gradi, e sul fronte degli investimenti esteri guarda con particolare interesse al Sud America. Abbiamo parlato di questi e altri aspetti con il suo Sales and Marketing Director Luca Cappelletti.

Nell’ultima classifica Top 25 di a&s Italy, relativa al mercato italiano della sicurezza, Betacavi si è posizionata al quinto posto tra i produttori di cavi e al primo posto per redditività. Come siete riusciti a ottenere risultati così importanti in tempi di crisi?

Abbiamo puntato tutto sull’innovazione e sul progresso tecnologico. Da più di un decennio, investiamo oltre il 5% del fatturato annuo in Ricerca & Sviluppo: è una scommessa che arriva da lontano e che ci premia anche in un momento difficile come quello attuale. Si consideri che l’80% del nostro fatturato è oggi generato da prodotti sviluppati nell’ultimo triennio.

Quali sono le tendenze e le novità che hanno interessato in tempi recenti il mercato italiano dei cavi? In quali applicazioni ritenete vi siano oggi le maggiori opportunità?

Sicuramente l’aspetto normativo, in particolar modo legato ai sistemi di media e bassa tensione - tra i quali ricadono anche le norme dei cavi resistenti al fuoco, ha conosciuto una forte evoluzione, rappresentando un’importante novità. Per quanto ci riguarda, il settore su cui focalizzeremo maggiormente la nostra attenzione è il comparto sicurezza a 360 gradi. È un settore sul quale abbiamo investito molto, anche in termini di sensibilizzazione del mercato, e che in qualche modo ci ha permesso di dare un nostro piccolo contributo, consentendoci di divulgare la cultura della sistemistica in generale.

Quali sono le principali problematiche che i vostri cavi permettono di risolvere?

Crediamo che, indistintamente dal campo di applicazione, ci sia spazio e necessità di innovare un po’ ovunque. Ciò che ci differenzia dai concorrenti è che lavoriamo costantemente con l’obiettivo di migliorare le prestazioni del mezzo trasmissivo conoscendo a fondo la materia e la tecnologia. Lavoriamo molto per presentare prodotti sempre più innovativi e performanti che possano diventare il punto di riferimento per il mercato. Cosa che poi, di fatto, accade.

Esportate anche in Europa e in altri paesi extraeuropei. Su quali mercati esteri avete maggiormente consolidato la vostra posizione?

Oggi esportiamo i nostri prodotti in oltre 20 paesi del mondo, e stiamo rafforzando la nostra presenza in Sud America tramite una nostra consociata a San Paolo, in Brasile. Il progetto è molto ambizioso: di fatto, da azienda nazionale stiamo diventando una multinazionale.

Siete soddisfatti dei risultati ottenuti nel 2013?

Nell’ultimo quinquennio siamo cresciuti mediamente del 30% annuo sul mercato nazionale, e anche il 2013 si è concluso secondo le nostre aspettative. Siamo quindi molto soddisfatti dei risultati ottenuti – se non altro, per l’impegno profuso nel raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Per questo 2014 avete novità in arrivo?

Stiamo attualmente lavorando a un progetto importante: lo sviluppo di cavi per sistemi Ultra HD. Se i risultati saranno all’altezza delle nostre aspettative, daremo il via alla commercializzazione già nel corso del 2014.

 

www.betacavi.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



pagina precedente