Interviste

Focus sull'affidabilità di lungo periodo: la scelta di JVC per la videosorveglianza professionale

Intervista a Galileo Girotto, Country Manager Italy di JVC Professional Europe

25/01/2014

Sin dalla sua fondazione, nel lontano 1927, la multinazionale giapponese JVC si è distinta puntando sulla continua innovazione tecnologica e sull’elevata affidabilità dei prodotti: ha inventato lo standard VHS e ha prodotto la videocamera MiniDV più piccola del mondo e la videocamera con Hard Disk. Questo solo per fare qualche esempio. 

Gli stessi criteri sono stati seguiti da JVC per il settore sicurezza, con prodotti che vantano il tempo atteso tra un guasto e l’altro (MBTF) più elevato del mercato. E sebbene oggi sia forte l’enfasi sul prezzo, ci ha spiegato Galileo Girotto,Country Manager Italy di JVC Professional Europe, l’azienda continuerà anche in futuro a concentrarsi sull’affidabilità di lungo periodo, che è “d’obbligo nella videosorveglianza professionale”.

Avete dichiarato che per i vostri prodotti il tempo atteso tra un guasto e l’altro (MBTF, mean time between failures) è il più elevato del mercato. Come siete riusciti a ottenere un livello qualitativo così elevato?


JVC riesce a raggiungere questi livelli grazie ad una serie di fattori quali l’utilizzo di speciali laboratori termici per i test, un processo di controllo qualità molto più lungo e personalizzato e l’impiego di una componentistica per la produzione di qualità superiore.

Nel 2013 avete rilanciato la vostra presenza sul mercato con una serie di importanti novità: ci potreste indicare le più rilevanti?

Siamo riusciti ad introdurre una serie di nuove tecnologie, quali le prime telecamere della serie SUPERLOLUX HD con qualità 1080p, utilizzabili anche in condizioni estreme di scarsissima luce. Abbiamo inserito quindi le prime telecamere Dome PTZ 1080p con la tecnologia Direct Drive (già utilizzata per le telecamere analogiche, in quanto JVC non utilizza cinghie): latenza inferiore a 37ms grazie al Joystick dedicato collegato tramite USB ed estrema precisione. Tutte le telecamere non presentano nessun ritardo durante l’uso contemporaneo con 2 o 3 streaming. Riusciamo a garantire eccellenti performance anche a livelli bassi di bit rate (ISDN 64 kbit), e in ogni settaggio standard utilizziamo il codec di compressione H264 High Profile. Come già detto, offriamo un MTBF (tempo medio prima del guasto) di 93mila ore. C’è poi il supporto ONVIF… e molto altro.

Quali sono i principali segmenti verticali ai quali vi rivolgete?

Ci stiamo rivolgendo preferibilmente a logistica, retail e finance, dove abbiamo già ottenuto significativi successi.

Molti operatori e società di ricerca ritengono che il sorpasso dell’analogico da parte dell’IP potrebbe verificarsi nel corso del 2014. Cosa ne pensate?

JVC non solo crede, ma già da tempo ha deciso di orientarsi verso il mercato IP. Intendiamo essere pronti da subito in questa fase di transizione, e per ora ci stiamo focalizzando sulla tecnologia in alta definizione.

E l’HDcctv, quale ritenete possa essere il futuro di questa tecnologia?

JVC ha compreso che la potenza dell’HD nel CCTV è con l’uso in HD-SDI, tecnologia per altro ben conosciuta da JVC in quanto prodotta e distribuita con i prodotti della divisione broadcast video. Considerando comunque il mercato della videosorveglianza, JVC non ha intenzione di utilizzare questa tecnologia ma di focalizzarsi solo sull’IP, sviluppando telecamere più potenti grazie a chipset più potenti, prestazioni migliori in condizioni di luce scarsissima o assente e componentistica di qualità ancora superiore a quella attuale.  

Quali sono, a vostro avviso, le più grandi opportunità che il mondo IP ha oggi davanti a sé?

Si potranno senza dubbio ricavare notevoli benefici dall’utilizzo congiunto di software intelligenti VMS e dalle elevate prestazioni delle telecamere 1080p.

Progetti e novità in serbo per il 2014?

Stiamo seguendo molti progetti (anche nei mercati verticali) dove è richiesta una notevole affidabilità di prodotto. Parallelamente, JVC continuerà a sviluppare la tecnologia SUPERLOLUX HD anche nella messa a punto della prossima generazione di prodotti, che offrirà prestazioni ancora superiori e una componentistica (sviluppata e prodotta totalmente da JVC) di qualità superiore. Grazie a queste novità, contiamo di sorprendere il mercato europeo e di ottenere ottimi riscontri.

In generale, JVC continuerà a sviluppare prodotti affidabili, di alta tecnologia e qualità seguendo una certa domanda di mercato. Ci rendiamo conto che oggi il mercato è molto sensibile al fattore prezzo, ma per applicazioni di videosorveglianza professionale (24/7) l’affidabilità nel lungo periodo è d’obbligo. È per questo che è sull’affidabilità di prodotto – e non sul prezzo – che continueremo a focalizzare la nostra strategia.

www.jvcitalia.it 



pagina precedente