sabato, 20 gennaio 2018

Interviste

Rilevazione presenze e controllo accessi: il mercato secondo G.Osti Sistemi

Intervista a Filippo Osti, CEO di G.Osti Sistemi

02/10/2017

Presente su tutto il territorio nazionale, G, Osti Sistemi opera come distributore e come produttore nel segmento della rilevazione presenze, mercato di riferimento per la società emiliana, e del controllo accessi, che in termini di crescita sta regalando all’azienda le maggiori soddisfazioni.

Nell’immediato futuro di G, Osti Sistemi, che abbiamo inquadrato con il contributo di Filippo Osti, CEO dell’azienda, la distribuzione nel mercato europeo e previsioni di incremento del fatturato a doppia cifra. E nuovi servizi per rispondere all’esigenza di adeguamento al Nuovo Regolamento UE Privacy.

Con il CEO dell’azienda emiliana abbiano inoltre puntato l’obiettivo sulle tendenze emergenti nel campo della rilevazione delle presenze e del controllo accessi, con una focalizzazione sule tecnologie biometriche.

Dott, Osti, gli analisti prevedono un exploit per il mercato globale del controllo accessi. Nel nostro paese come evolverà, a suo avviso, il settore?   

Il mercato del controllo accessi e della sicurezza è in rapida crescita sia a livello internazionale che nel mercato italiano. Negli ultimi anni sia le aziende, sia gli enti pubblici hanno aumentato il budget per la sicurezza ed identificazione del personale e degli esterni che accedono alle aree riservate. Credo che la tendenza continui anche a ritmi più sostenuti per i prossimi anni.

Nel mercato italiano la crescita potrebbe essere anche superiore a quella internazionale, in ragione del fatto che il Garante della Privacy ha eliminato i vincoli all’utilizzo delle nuove tecnologie di identificazione; mi riferisco in particolare a quelle biometriche (impronta digitale) per il controllo accessi. Questo ci apre nuove prospettive nel mercato locale, con le Aziende, ma soprattutto con gli Enti Pubblici.

Come si colloca G. Osti Sistemi nel mercato italiano della rilevazione presenze e del controllo accessi? Quali obiettivi intendete raggiungere entro la fine dell’anno? 

Siamo presenti su tutto il territorio nazionale sia direttamente  che tramite una rete di rivenditori. Siamo distributori nazionali dei prodotti Anviz (rilevazione presenze  e controllo accessi con contratto EMD) e produttori di software presenze / accessi (web in licenza/saas). I dati confermano che questa politica si è dimostrata molto positiva: nel 2016 abbiamo venduto circa 2.000 dispositivi di controllo accessi/rilevazione presenze; la tendenza evidenziata ci porta a ritenere che nel 2017 arriveremo a 2.500 dispositivi, con un incremento del fatturato di circa il 15%.

Entro la fine dell’anno l’obiettivo è di iniziare la distribuzione nel mercato europeo, sia per l’hardware che per il software (con la nuova piattaforma multilingua).  Saremo presenti alla fiera Sicurezza 2017 a Rho Milano, dal 15 al 17 novembre 2017 (Pad.3. stand T11-U14)   

In quali segmenti siete maggiormente presenti?

Il nostro mercato di riferimento è quello della rilevazione presenze, ma quello che ci dà maggiori soddisfazioni in termini di crescita è quello del controllo accessi. La nostra clientela è rappresentata principalmente da  Aziende e gli Enti Pubblici, ma la quota che cresce molto rapidamente è quella dei rivenditori e installatori, unitamente ai consulenti del lavoro, software house, system integrator e consulenti IT.

Puntiamo l’obiettivo sulle tendenze. Una sua riflessione su quelle emergenti e, in particolare, sull’applicazione delle tecnologie biometriche nel campo del controllo accessi e sulla diffusione dell’IT.   

A livello di tendenze del mercato, identifichiamo tre distinte componenti: le tecnologie di identificazione, la struttura dell’impianto, il software di gestione. Nel mercato locale della rilevazione presenze e del controllo accessi, fino a poco temo fa, è prevalsa la tecnologia con card magnetica/ rfid e/o codice PIN. Da qualche anno a questa parte, stanno facendo il loro ingresso sul mercato nuove tecnologie di identificazione, in particolare quelle biometriche (impronta digitale in primis, poi riconoscimento facciale, lettura dell’iride, geometria della mano, vascolarizzazione del palmo e della mano). Per il momento, la nuova tecnologia biometrica di identificazione più diffusa è quella dell’impronta digitale, favorita anche dal prezzo molto più competitivo.

Per quanto riguarda la struttura dell’impianto, il tipo di dispositivo che domina il mercato è quello IP, via cavo, ma sta andando molto forte anche quello W-Fi; i nuovi dispositivi di controllo accessi e rilevazione presenze tendono ad avere entrambi, sia lan cavo sia wifi.

Infine, il software. La tendenza che si riscontra attualmente è la preferenza per software di rilevazione presenze e controllo accessi di tipo WEB, sia in licenza che in Saas. In questo caso, la tendenza è favorita soprattutto dalla diffusione dei dispositivi mobile (smartphone): un cambiamento così forte e veloce da rendere di colpo “obsoleti” i programmi di tipo “desktop”.      

Con l’entrata in vigore del Nuovo Regolamento Europeo, siamo di fronte a una svolta nella disciplina della privacy: come conciliare le esigenze della tutela dei dati personali con quelle di massima efficacia nelle soluzioni più evolute di controllo accessi e sicurezza?  

Con il Nuovo Regolamento Europeo la normativa della Privacy muterà notevolmente. Sono previsti molti cambiamenti, e questo offre anche molte opportunità di nuovo business per le Aziende, come la nostra, del settore controllo accessi e rilevazione presenze. E’ molto importante arrivare preparati al nuovo appuntamento, soprattutto per garantire ai propri clienti consulenza sull’argomento. Non si tratta quindi di vendere solo hardware e software, ma di offrire anche un vero proprio servizio di consulenza per affrontare al meglio la sfida che il Nuovo Regolamento Europeo propone. Insieme al nostro Studio Legale stiamo definendo tutti i servizi da offrire ai Clienti sulla nuova disciplina Privacy nella rilevazione presenze e controllo accessi.    

In quali direzioni state focalizzando la vostra attività di ricerca? Quali le novità allo studio?  

Per l’hardware sono previsti circa sei nuovi modelli in uscita entro la fine del 2017. In particolare, dispositivi di controllo accessi per esterno, sia biometrici che con card e/o PIN. I nuovi terminali di controllo accessi e rilevazione presenze avranno a bordo il wi-fi integrato (oltre alla presa rj45) e sistema operativo Linux.

 Per il software di rilevazione presenze e controllo accessi JuniorWEB, stiamo sviluppando una serie di servizi aggiuntivi, ad esempio la possibilità per il dipendente di scaricare dal suo account documenti come Cud, cedolino o circolari aziendali,  oppure l’integrazione con il calendario appuntamenti (outlook o simili), il tutto senza alcun costo aggiuntivo per l’azienda. Un’altra importante modifica software è la piattaforma multilingua, con la possibilità per il rivenditore di tradurre il software in una qualsiasi lingua.

Può sintetizzare il valore aggiunto dei vostri prodotti e soluzioni?

Prima di tutto, una vasta gamma di prodotti con varie tecnologie: card, PIN, impronta digitale, riconoscimento facciale ed iride. Poi il prezzo: competitivi sia per end-user che per rivenditori. E ancora: software web nativo sia in licenza che in cloud; servizio di assistenza tecnica online (teleassistenza) e on-site; sedi dislocate in Emilia – Romagna, Lombardia e Veneto.

www.ostisistemi.it

 



pagina precedente