Interviste

Nuove filiali, incentivi per i collaboratori e progetti ancora top secret nel futuro di Abes

Intervista a Lucio Denis Bravin, amministratore di Abes

23/02/2016

In trent’anni di attività, Abes è diventata un punto di riferimento nella distribuzione di prodotti per sistemi antincendio, antintrusione e TVCC, con un exploit registrato, nel 2015, proprio in questo ultimo segmento.Con l’amministratore dell’azienda, Lucio Denis Bravin, approfondiamo le strategie che hanno reso possibile l’affermazione di Abes nel settore come partner “serio, competente e disponibile”, tanto per i fornitori quanto per gli installatori.

Qual è stato nel passato e qual è oggi il contributo di Abes al comparto della sicurezza?

Siamo distributori e, come tali, siamo a contatto con gli installatori. Sensibili alle problematiche che ogni impianto si porta appresso, il nostro intento è stato, fin da subito, quello di supportare tecnicamente i nostri clienti, individuando e selezionando prodotti che potessero facilitare e soprattutto soddisfare le loro esigenze.

In trent’anni di attività, avete potuto osservare da vicino le trasformazioni del settore, in molti dei suoi segmenti. Una sua valutazione sugli attuali fenomeni che investono la sicurezza e sui prossimi sviluppi?

Eh sì, ogni anno ci porta qualche novità che cambia inesorabilmente le nostre abitudini, e trent’anni hanno mutato il settore e il modo di interpretarlo. La sicurezza si è evoluta in tutti gli ambiti – intendo intrusione, incendio, TVCC –  e non è automatico che lo specialista di sistemi antifurto lo sia anche per la telesorveglianza o per l’antincendio. Durante questa interminabile crisi, molti installatori hanno cercato di allargare il proprio interesse ad impianti che non avevano preso in considerazione in precedenza, ma lo scarso tempo dedicato all’apprendimento delle caratteristiche dei prodotti e delle loro funzionalità determina la necessità di un supporto tecnico che permetta loro di lavorare con più tranquillità!

Noi offriamo questo servizio, cercando di far comprendere ai nostri clienti l’importanza di conoscere bene le peculiarità e i limiti del prodotto che si intende proporre: in questo modo aumenta la professionalità e, nel contempo, diminuiscono i tempi d’installazione e si evitano tensioni inopportune.

Abes punta ad offrire ai propri clienti, installatori, soluzioni che permettano di distinguersi dal modo tradizionale di intendere la sicurezza. Ma cosa significa oggi, di fronte all’inarrestabile e rapidissimo sviluppo della tecnologia, proporre soluzioni innovative?

In Abes siamo sempre stati molto attenti all’evoluzione del mercato e questo aspetto ci ha permesso, negli anni, di entrare in contatto con produttori di soluzioni innovative. Come abbiamo sempre fatto nel passato, anche oggi i prodotti sono testati, analizzati e “sviscerati” sotto l’aspetto tecnico e funzionale. Solo in seguito a questo processo li proponiamo ai nostri clienti.  Ci sono voluti alcuni anni per essere riconosciuti come azienda seria, competente e disponibile. Mi piace pensare che proprio serietà, competenza e disponibilità siano il segreto del nostro successo. 

Alla formazione dedicate molte delle vostre energie. Con quale riscontro? In questo ambito, c’è qualche iniziativa che desidera anticipare?

Vero! La formazione è per noi un’attività strategica; il nostro team tecnico, formato da cinque persone, segue costantemente i corsi di aggiornamento proposti dai nostri fornitori, in modo da essere un valido supporto alla nostra clientela. Dedichiamo molto tempo a provare, collaudare e approfondire le funzionalità dei vari prodotti, così da poter trasferire la conoscenza acquisita ai nostri clienti, attraverso meeting che teniamo nella nostra sala corsi. Mentre all’inizio ero un po’ diffidente sull’afflusso che ci sarebbe stato, oggi devo dire che la presenza ai nostri corsi è di volta in volta sempre più consistente. I partecipanti, sollecitati ad esprimere giudizi in incognito, li definiscono di alta qualità, molto soddisfacenti e ci suggeriscono ulteriori argomenti per i successivi incontri.

Ritengo che questi siano i presupposti per instaurare un rapporto duraturo e proficuo per tutti. Prossimamente, saranno disponibili sul nostro sito alcuni tutorial in italiano che dovrebbero rispondere ai dubbi più frequenti.

Come giudica i risultati raggiunti dall’azienda in questi ultimi due anni? In particolare, quali segmenti vi hanno dato più soddisfazione, in termini di crescita di vendite e fatturato?

Siamo specialisti in sistemi antincendio, segmento dove manteniamo una certa leadership consolidata; abbiamo avuto un buon incremento nell’antintrusione, ma il vero exploit lo abbiamo ottenuto con i sistemi di videosorveglianza, registrando una  crescita prossima al 100%. Questi risultati ci hanno permesso di essere segnalati proprio dalla vostra rivista, tra i Top 25, ed è una soddisfazione professionale che si aggiunge a quella economica.

Gli obiettivi e le aspettative per il 2016?

Abbiamo posto le basi per un ulteriore balzo in avanti, sia in termini di fatturato che di presenza sul territorio, ma è importante considerare che la crescita deve essere gestita e questo processo coinvolge necessariamente tutto il personale; quindi, uno dei prossimi obiettivi è incentivare i collaboratori e renderli partecipi dei progetti aziendali.

Sugli altri fronti, quali sono le novità all’orizzonte per Abes?

Essere uno degli attori importanti del settore ci consente di essere sempre più coinvolti in proposte di business interessanti. A questo proposito, stiamo valutando di aprire ulteriori filiali in posizioni strategiche, per poter avviare altre operazioni che per il momento non è il caso di citare. Queste sfide mi danno entusiasmo e mi fanno sentire giovane, nonostante i trent’anni di carriera!

www.abes.it 



pagina precedente