Interviste

Milestone Systems e il lavoro di squadra

Incontriamo Alberto Bruschi, Country Manager Italia di Milestone

01/10/2015

Cultura aziendale ed ecosistema sono due pilastri della filosofia di Milestone, oltre ad affidabilità, apertura, innovazione, flessibilità e indipendenza, riassumibili nel cosiddetto ROIFI (Reliability, Openness, Independence, Flexibility, Innovation.  http://www.secsolution.com/notizia.asp?id=4864. Affidandosi a queste linee guida, l’azienda di origine danese, leader globale per le piattaforme open IP e i software di gestione video, prosegue la sua attività di consolidamento a livello globale e locale, con ottime previsioni di crescita. Con quali strategie? Qual è la risposta del mercato italiano? Quale la situazione dopo l’entrata di Canon? Lo abbiamo chiesto ad Alberto Bruschi, manager con una solida esperienza nel settore sicurezza, da settembre in carica come Country Manager in Italia di Milestone Systems. 

Dalle sue precedenti esperienze cosa porta in dote nel suo attuale incarico?

Esperienza nel settore, sia come integratore di sistemi che come produttore di apparati e soluzioni video analogiche e over IP; conoscenza del mercato e dei vari player, sia partner (tecnologici e commerciali) che concorrenti; inoltre, il fatto che la mia conoscenza non sia legata solo al mercato italiano, ma sia trasversale e a livello internazionale.

Come intende posizionarsi Milestone nel mondo della sicurezza? Avete interessi nell’ambito della sicurezza logica?

Milestone è a tutti gli effetti leader di mercato, ma questo non è sufficiente per mantenere tale posizione. L’azienda vuole spingere molto le partnership con i vari camera vendor e solution provider, in quanto crediamo che il lavoro di squadra sia molto più efficace.

Nel settore sicurezza, il mercato italiano resiste alla crisi, ma resta un mercato difficile per una serie di motivi. Con quali obiettivi, strategie e con quale tabella di marcia intende affrontarlo?

Il mercato italiano è molto difficile e la concorrenza molto aggressiva, ma noi riteniamo che, come ho già sottolineato, il lavoro di squadra possa premiare e quindi far crescere sia noi che i nostri partner.

Come si sta sviluppando in Italia il concetto di ecosistema caro a Milestone? Con quali peculiarità rispetto ad altri contesti?

Molti vendor preferiscono raggruppare al loro interno la maggior parte delle soluzioni da offrire al cliente, chiudendo le porte ad altri potenziali partner; al contrario noi stiamo notando la crescente richiesta di un vero ecosystem non legato ad un singolo brand, e di questo siamo promotori. Il cliente finale ha bisogno di un beneficio per giustificare una spesa, e da questo deriva anche la necessità di rendere i sistemi sempre più efficienti e trasversali, in modo da garantirne l’utilizzo da parte di più dipartimenti con necessità diverse (sicurezza, marketing, altro), che possono però essere soddisfatte dalla stesso cuore tecnologico.

Quali sono i segmenti verticali in cui avete intenzione di investire di più con i vostri partner e quali novità avete in cantiere?

I principali vertical sono retail, banking, transportation e government. Di novità in cantiere ne abbiamo molte e le presenteremo in fiera SICUREZZA, ai primi di novembre. Venite a trovarci e le scoprirete!

Un’ultima domanda sull'acquisizione da parte di Canon. All'inizio la notizia ha avuto un'eco notevole e a ha destato anche qualche allarme, talvolta strumentale: qual è la situazione attuale?

Canon è a tutti gli effetti la “mamma” finanziaria di Milestone, e grazie a Canon stiamo investendo pesantemente sul territorio, in Ricerca e Sviluppo e in molti altri settori. Canon è anche un importante camera partner, come lo sono Axis, Bosch, Samsung e altri. La politica di Milestone è chiara, anche se a volte un po’ distorta dalla concorrenza: Milestone Systems è un produttore di software di gestione video IP su piattaforma aperta.

http://www.milestonesys.com/it

 



pagina precedente