Articoli

Il perimetro prima di tutto

20/12/2010

di Marina Merolla

I sistemi perimetrali sono tra le tecnologie più richieste in materia di sicurezza poiché rappresentano una risposta specifica al bisogno di protezione e, in particolare, di protezione esterna di un'area. Riuscire a dare l'allarme e a intervenire prima che l'intruso raggiunga la propria casa, industria o proprietà, significa infatti avere la possibilità di limitare danni a cose e persone in modo significativo. Per questo la tutela del perimetro esterno si colloca al primo posto nella classifica dei livelli di sicurezza ed è sempre più richiesta tra i vari target, privati o pubblici. In Italia sono poche le aziende che hanno compreso in anticipo questo bisogno e che hanno saputo rispondere prontamente a una richiesta sempre maggiore e sempre più mirata di sistemi di sicurezza. Le realtà che sono state in grado di precedere questa tendenza e, quindi, di specializzarsi nel settore - considerato di nicchia nel grande mercato della sicurezza - oggi vantano bilanci positivi e fatturati in crescita.

Intervenire prima che l'intruso raggiunga l'obiettivo vuol dire limitare significativamente i danni a cose e persone. Le - poche, invero - realtà che in Italia hanno saputo cogliere questa esigenza, anticipando le richieste di un segmento di nicchia solo in apparenza, resistono alla crisi e vantano numeri in crescita. Grazie allo sviluppo di competenze specifiche e knowhow distintivi in materia di tecnologie e applicazioni per la protezione di perimetri esterni di aree pubbliche, private, militari e industriali, i player del segmento hanno infatti firmato trend positivi, nonostante un 2009 di crisi generalizzata e, ancora, un 2010 piuttosto complesso. La carta vincente è stata la capacità di saper anticipare il mercato, piuttosto che inseguirlo e anche la volontà di investire costantemente e in modo sostanzioso in ricerca e sviluppo, di collaborare con i più prestigiosi gruppi di ricerca e con le migliori Università su territorio nazionale e internazionale per offrire soluzioni eccellenti, all'avanguardia e personalizzabili per ogni necessità.

Sicuri e invisibili

Il carattere preventivo, ovvero la possibilità di agire prima che lo spazio sia violato, rende i sistemi perimetra-li di estrema e primaria importanza. Ma ci sono anche altre caratteristiche e applicazioni, progettate in questi ultimi anni, che hanno reso i perimetrali sempre più indispensabili ed efficienti per la sicurezza di un'area. L'esperienza e l'evoluzione del mercato hanno portato infatti a sviluppare sistemi perimetrali con una caratteristica fondamentale: l'invisibilità. Rispetto alle barriere fisiche, autoportanti o associate a protezioni, che non sempre si adattano a tutti i contesti, i perimetrali possono essere anche installati sotto la superficie, diventando insabotabili poiché non individuabili e non manomissibili. Non solo: l'installazione sotterranea garantisce il pieno rispetto del territorio e dell'edificio, soprattutto dal punto di vista estetico, e una maggiore affidabilità perché il sistema lavora in qualsiasi condizione climatica, richiedendo una manutenzione minima. Invisibilità è dunque sinonimo di efficienza e di non invasività, due plus assolutamente vincenti che rispecchiano le principali esigenze degli utenti.

L'integrazione

Nonostante il perimetrale svolga la parte principale nell'antintrusione, per avere un sistema di sicurezza completo e in grado di rispondere pienamente ai bisogni dei clienti - in particolare la necessità di controllo da remoto e di discriminazione tra un allarme reale o improprio - è necessaria l'integrazione con le più avanzate applicazioni di videosorveglianza. Si tratta di una condizione rilevante nella decisione di una corretta strategia di intervento sull'evento stesso. Da una parte, infatti, vi sono i vantaggi garantiti dalle tecnologie perimetrali, tra cui la protezione di distanze anche molto ampie e la garanzia di una bassissima percentuale di allarmi impropri poiché i sistemi si basano sull'analisi differenziale dei segnali derivanti dal campo, sia nel dominio del tempo che delle frequenze, e possono essere istruiti in modo da riconoscere come tentativi di intrusione determinati comportamenti simulati durante al fase di taratura. Inoltre, l'abbinamento in un unico sistema perimetrale di due tecnologie (rilevamento della differenza di pressione e rilevamento della variazione dei campi elettromagnetici) è oggi la direzione più efficace per ottenere un'estrema precisione nell'identificazione del punto di attraversamento dell'intruso. Di ultima generazione anche le tecnologie perimetrali ad elevate prestazioni basate su onde elettromagnetiche, vere e proprie barriere invalicabili in grado di rilevare la posizione e la velocità di spostamento dell'intruso con la massima accuratezza. Questi plus, uniti alle performance dei sistemi di videosorveglianza intelligenti, in cui i DVR sono sostituiti da apparecchiature con sofisticati software di analisi dell'immagine, permettono la creazione di un sistema di sicurezza davvero completo. L'utilizzo di un circuito di telecamere con analisi intelligente delle immagini e di software in grado di rilevare intrusioni e comportamenti sospetti (come scavalcamento o passaggio in direzione non consentita) all'interno di aree sensibili, con l'identificazione di oggetti abbandonati o rimossi in zone non autorizzate e, soprattutto, il riconoscimento facciale in mezzo alla folla, permette di preallertare gli addetti e di intervenire prontamente sulla tratta allarmata, riuscendo a mantenere il controllo sull'intero impianto. Le più recenti applicazioni di TVCC permettono di osservare la scena al posto dell'operatore, di visionare da remoto, in tempo reale, i flussi derivanti da tutte le videocamere collegate, di rilevare gli eventi interessanti e di filtrare i falsi allarmi: tutti elementi indispensabili per una sicurezza totale. L'individuazione del punto di attraversamento garantito dalle tecnologie perimetrali e la funzione di individuazione e di inseguimento del target grazie a telecamere all'avanguardia, consentono di gestire con la massima efficienza situazioni di pericolo. Qualora si verifichino situazioni di potenziale pericolo e di intrusione, il sistema integrato è in grado di dare l'allarme in tempo reale, attraverso sms o videochiamate, e di fornire dettagli precisi per l'intervento anche quando ci si trova lontani dall'area da proteggere.

Oltre la siepe

Dove sta andando il mercato della sicurezza perimetrale antintrusione? Si può sintetizzare in quattro parole chiave: specializzazione, innovazione, integrazione e centralizzazione. Per essere competitivi, i player del segmento devono portare avanti una continua attenzione alle tendenze del mercato e analizzare costantemente i bisogni per poterli anticipare, e non rincorrere, attraverso la tecnologia. E' quindi necessario sostenere in modo forte, in termini di finanziamenti e di risorse umane, le attività di ricerca, le attività progettuali finalizzate alla creazione e applicazione delle più sofisticate tecnologie informatiche e digitali. Ma non bisogna trascurare la cura del cliente. L'utilizzo dei sistemi perimetrali in combinazione con i sistemi di TVCC di ultima generazione garantisce infatti un sistema unico aperto a successive integrazioni, che salvaguarda l'investimento iniziale del cliente. Gli strumenti di gestione del sistema integrato, infine, sono sempre più di facile utilizzo e gestione, anche per operatori senza particolari competenze informatiche. I software di gestione e le interfacce grafiche si stanno orientando verso soluzioni semplificate e user-friendly ma, allo stesso tempo, sono in grado di fornire numerose informazioni eterogenee, nonché la possibilità di intervenire agevolmente sui differenti sistemi.


pagina precedente