Articoli

Un nuovo punto d’incontro fra Smart Home e antintrusione

02/08/2016

di Aitor Gauna, Intrusion Product Marketing Manager, EMEA Tyco Security Products

La smart home – o home automation – è uno dei temi più caldi nell’ambito della tecnologia legata agli stili di vita, e comincia ad avere un impatto importante sulla sicurezza residenziale. È sensato unire le due cose in un solo sistema, ma, a causa dei diversi requisiti tecnici, fino ad ora è stato più semplice a dirsi che a farsi. La sempre crescente disponibilità di soluzioni per i sistemi ibridi apre una strada in discesa per offrire maggiori vantaggi sia in ambito home automation che home security.

Come tradizionalmente le persone hanno utilizzato sistemi di allarme antintrusione per proteggere se stesse, i loro cari e le loro proprietà, sono oggi numerosi coloro che adesso guardano alla home automation per risparmiare e controllare le proprie abitudini di vita. Una recente ricerca di mercato prevede che il mercato smart home crescerà a un CAGR del 17% tra il 2015 e il 2020 e sottolinea come i sistemi security e controllo accessi, così come quelli per il controllo della gestione energetica, siano i principali fattori di crescita. Negli Stati Uniti questa tendenza è già in atto e le previsioni trovano un riscontro reale. Una ricerca condotta dall’immobiliare Coldwell Banker ha rilevato che, rispetto a due/cinque anni fa, gli acquirenti sono maggiormente interessati alle case con caratteristiche smart e tecnlogie connesse. Una tendenza, questa, che diventerà la norma man mano che l’automazione sarà più conveniente e i dispositivi più facilmente controllabili attraverso gli smartphone. Security e safety si collocano al primo e terzo posto tra le categorie smart home più interessanti per chi acquista case, mostrando che le persone ritengono la smart home e la security come naturale estensione l’una dell’altra.

Grazie all’integrazione dei dispositivi elettrici, i sistemi smart home possono controllare illuminazione, termostati, impianti di climatizzazione, acqua, umidità e diversi elettrodomestici, così come i sistemi safety e security, comprese le serrature di porte e cancelli. La connessione avviene attraverso una rete nel proprio PC collocato in casa o attraverso Internet. Il sistema integrato che ne risulta permette a dispositivi, elettrodomestici e vari sistemi di comunicare fra loro. A loro volta gli utenti finali possono comunicare con i dispositivi, ottenendo maggiore risparmio, comfort, efficienza energetica e sicurezza. L’integrazione di sistemi tanto diversi ha portato alla fusione di security e lifestyle. Tuttavia, non è sempre chiaro come unire la home automation e la security in un unico ambiente. La chiave di volta è il protocollo di rete wireless. Tipicamente, quando si seleziona un protocollo wireless per una casa o un piccolo negozio, si decide se ottimizzare l’automazione o la security, o se far funzionare due sistemi separati che funzionano indipendentemente. Nessuno dei due approcci è l’ideale. E crediamo ci sia un modo migliore, che permetta agli utenti finali di godere di maggiore convenienza, controllo e tranquillità.

Ottimizzare Home Automation o Security?

Il settore si divide fra protocolli wireless aperti e proprietari e nessun protocollo wireless è in grado, da solo, di rispondere adeguatamente a tutti i requisiti sia per la home automation che per la security. I protocolli aperti vengono generalmente creati da un consorzio o un’alleanza e basati su tecnologie aperte quali Bluetooth, Thread, ZWave e ZigBee. Tali protocolli vengono considerati più adatti per la home automation dal momento che prezzo, interoperabilità e scalabilità rimangono la preoccupazione principale. Offrono un costo iniziale inferiore per i dispositivi, un’ampia scalabilità e interoperabilità e sono adatti per il Do It Yourself (DIY). I loro svantaggi, che comprendono una durata della batteria decisamente inferiore, scarso supporto per caratteristiche avanzate, più ampia tolleranza per la latenza e requisiti privacy più blandi, impediscono a questi sistemi di offrire una soluzione completa per applicazioni di security e safety per case e negozi.

Detto questo, se sono meno adatti per la home security, i protocolli aperti sono però generalmente abbastanza validi per le reti smart home, perché in questo ambito l’affidabilità non è poi così fondamentale. Alla peggio, gli utenti finali potranno subire qualche disagio se il sistema smart home dovesse avere problemi tecnici o non funzionare per un certo periodo di tempo. Non è invece così quando parliamo di antintrusione e safety per un’abitazione. I protocolli wireless proprietari (generalmente creati da un’unica azienda e usati per specifiche applicazioni) rappresentano una scelta migliore per i sistemi di sicurezza, in un ambito in cui gli elementi chiave sono affidabilità, prestazione, privacy, vulnerabilità, facilità d’uso e manutenzione. Le attuali tecnologie proprietarie, in termini di prestazioni, sorpassano le tecnologie aper te poiché garantiscono affidabilità, prestazioni, privacy, le funzioni in grado di supportare le criticità di security e safety per case e negozi odierni. Hanno anche vantaggi in termini di facilità d’uso e manutenzione, con un’ampia gamma che permette installazioni senza ripetitori, anche per progetti molto grandi. Una vita maggiore della batteria riduce al minimo i costi di manutenzione e limita le preoccupazioni per installatori ed utenti finali. Tuttavia questi dispositivi non sono specificamente progettati per l’utilizzo in reti di home automation.

Un'alternativa: una rete ibrida

Fortunatamente esiste un’altra possibilità. Per superare il dilemma si può creare una rete ibrida PowerG, WiFi e Zwave, che offre una risposta ottimizzata sia per la home automation che per la home security e safety. Una piattaforma integrata che supporta diversi protocolli attraverso un gateway network-specific che permette a protocolli aperti e proprietari di lavorare fianco a fianco. In questo modo la rete garantisce una home automation snella e conveniente, oltre a garantire una qualità professionale e un sistema security e safety completamente protetto, il tutto con un unico punto di gestione e accesso. Con un approccio ibrido integrato i proprietari di case e negozi potranno godere di tutte le possibilità DIY, di flessibilità e vantaggi in termini di costi del protocollo aperto per applicazioni home automation, e al contempo godere dei benefici di una affidabilità rigorosa, di privacy e funzioni avanzate di un protocollo dedicato per criticità con i sistemi security migliori. Inoltre, l’intero ambiente fatto di sistemi di automazione e security si potrà controllare attraverso una App su smartphone che contenga tutto. Questa opzione ibrida apre agli utenti finali e installatori al meglio dei due mondi, permettendo una piattaforma ibrida integrata e ottimizzata per entrambi i sistemi security e home automation.

 


Tag:   sicurezza,   Smart home,   antintrusione,   security,  

pagina precedente