Articoli

Internazionalizzazione verso l’Algeria

03/03/2014

MILANO - Fra le iniziative nel calendario delle missioni imprenditoriali programmate dalla Federazione ANIE Confindustria nel 2014 va menzionata la missione in Algeria, organizzata in collaborazione con Promos Milano e con la Camera di Commercio italiana per la Francia di Marsiglia.

“Da alcuni anni ANIE guarda con interesse al mercato algerino: quella in corso è la terza missione organizzata nel Paese, per un totale di circa 30 imprese italiane fornitrici di tecnologie che sono state da noi accompagnate e guidate in Algeria – annota il Vice Presidente ANIE per l’Internazionalizzazione Andrea Maspero. L’Algeria rappresenta, in particolare, un mercato ad alto potenziale per l’industria italiana delle tecnologie”.

Focus degli incontri B2B è stato il settore dell’energia che dal febbraio 2002 si è aperto agli investimenti esteri. La società nazionale Sonelgaz, in particolare, ha recentemente annunciato 60 miliardi di Euro di investimenti entro il 2016 in progetti petroliferi e per il gas naturale nella costruzione di quattro nuove raffinerie. 

I settori Elettrotecnico ed Elettronico

Maspero spiega in modo approfondito le ragioni della missione: “Oggi il canale estero svolge un ruolo fondamentale per la crescita dei nostri settori e ANIE è più che mai vicina alle imprese italiane nel percorso di apertura ai mercati internazionali. In una fase economica ancora difficile per l’Eurozona, tradizionale area di sbocco del nostro settore, guardare a mercati più lontani è divenuta una strategia necessaria per sostenere l’attività aziendale Nel corso dell’anno le nostre missioni toccheranno i mercati più strategici per il comparto e saranno l’occasione per dare visibilità in un’ottica di Sistema all’eccellenza tecnologica di cui è espressione l’industria italiana.”

Nel 2012 le esportazioni italiane verso l’Algeria hanno superato i 3,7 miliardi di Euro, in crescita del 25% rispetto all’anno precedente, confermando il nostro Paese tra i suoi principali partner commerciali. In particolare, le esportazioni italiane del comparto di Elettrotecnica ed Elettronica hanno rappresentato nel 2012 una quota del 6,5% e, secondo le stime del 2013, l’export italiano verso il mercato algerino dovrebbe confermarsi positivo con una crescita superiore al 10%.

In riferimento alle importazioni italiane dall’Algeria, nel 2012 esse risultano in aumento dell’8% e vicine ai 9 miliardi di Euro. L’Italia, in generale, è terza tra le maggiori aree di importazione dell’Algeria e seconda per quanto riguarda le esportazioni, con una quota del 15,6% e un incremento di 7,8 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Nel dettaglio, i comparti dell’Elettrotecnica italiana che hanno generato più esportazioni verso l’Algeria nel 2012 sono stati la produzione, distribuzione e trasmissione di energia (116,5 milioni di euro), gli apparecchi domestici e professionali (35,9 milioni di euro) e i cavi (21,6 milioni di euro). Per quanto riguarda l’industria Elettronica, sono prevalenti le esportazioni dall’Italia verso l’Algeria di tecnologie di automazione e misura (26,1 milioni di euro), ICT (21,4 milioni di euro) e di sistemi per la sicurezza e l’automazione degli edifici (3,1 milioni di euro). 

Un settore strategico per le aziende italiane del comparto Elettrotecnico ed Elettronico è costituito dai trasporti ferroviari ed elettrificati: al fine di ammodernare e ampliare la rete ferroviaria del Paese, il Governo algerino ha previsto, con il piano quinquennale 2009–2014, lo stanziamento di 16,6 miliardi di dollari per un numero complessivo di 16 grandi progetti infrastrutturali.

 

www.anie.it

 


Tag:   Anie,   sicurezza,   Andrea Maspero,  

pagina precedente