Articoli

Ladri di vento: quali sistemi di protezione?

12/05/2013

di Noelia Castillon, South Europe Channel Marketing Leader at Honeywell Security Group

I sostenitori dell’energia rinnovabile, in particolar modo, indicano una crescita annuale al 15,6% per i prossimi 17 anni come buona ragione per continuare a credere nelle potenzialità dell’energia eolica(1). L’Associazione Europea dell’Energia Eolica (EWEA) stima che entro il 2020 tale energia potrà generare tra il 14 e il 17% dell’elettricità dell’Unione Europea, eliminando così più di 330 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. A giudizio di molti il settore, con Spagna e Germania in testa, rappresenta una fonte di energia rinnovabile che continua a soddisfare le aspettative nella regione(2). Tuttavia una crescita così forte attira anche l’attenzione dei criminali. Purtroppo, a causa dell’elevato prezzo del rame e della crescente domanda dello stesso in Cina, i parchi eolici europei diventano infatti, e sempre più spesso, obiettivo privilegiato dei ladri. Negli ultimi anni, a seguito dell’ascesa delle forti economie emergenti con notevoli arretrati, il prezzo del rame è aumentato vertiginosamente e probabilmente non cesserà di crescere. Insomma, i furti di rame continueranno ad essere molto redditizi anche nel futuro immediato.

Le notizie diffuse dai servizi di informazione e dalle forze di polizia mostrano che i furti di rame continuano a rappresentare un grande problema. I gestori di parchi eolici dovrebbero quindi investire per dare sicurezza ai propri impianti. Tuttavia, dal punto di vista aziendale, l'installazione o l'ammodernamento di tecnologie di sicurezza si traduce in una spesa una tantum per le attrezzature e l'installazione ma anche in costi continui di manutenzione, comunicazione e servizi di sicurezza. Questo potrebbe scoraggiare alcune aziende. Tuttavia, nonostante i costi, l’investimento è significativamente inferiore rispetto ai danni che potrebbero derivare da un furto.

Quali sistemi di sicurezza per quali parchi eolici

Ci sono diverse possibilità di implementazione di sistemi di sicurezza. Sebbene la soluzione ottimale per ogni parco debba essere decisa caso per caso, alcune considerazioni di base possono aiutare ad individuare la soluzione migliore.
Una turbina singola vicino ad una proprietà è maggiormente protetta con tecnologie di chiusura e porte molto resistenti. Questa misura, relativamente economica, potrebbe da sola fungere da deterrente per i ladri. Per molte delle turbine eoliche in zone isolate, difficili da monitorare giorno e notte, un sistema di allarme antintrusione, possibilmente combinato con la videosorveglianza, spesso è la soluzione più conveniente. Un pannello di controllo di allarme antintrusione dotato di capacità di comunicazione è necessario per trasmettere l'allarme alla Stazione di Monitoraggio Centrale (CMS) via telefono, comunicazione mobile o rete IP. Inoltre, sarà necessario applicare dei sensori alle porte per monitorarne l'apertura e la chiusura e sensori di movimento dovrebbero essere considerati per rilevare eventuali movimenti all'interno dell'impianto. Questo sistema dovrebbe includere telecamere in bianco e nero o a colori con luce a infrarossi per l’illuminazione e il rilevamento nell'oscurità. Un dispositivo di registrazione e trasmissione abilitato via IP dovrebbe essere tenuto in considerazione per salvare e comprimere le immagini video di varie telecamere sui dischi rigidi.

La tecnologia IP offre molti vantaggi, tra cui la possibilità di usare un’infrastruttura IT preesistente, utilizzabile anche per altre attività di controllo. Un altro elemento utile per la sicurezza è un sistema di videosorveglianza collegato alla Stazione di Monitoraggio. Grazie ai progressi nella tecnologia mobile, ci sono una serie di applicazione che permettono l'accesso remoto utilizzando dispositivi collegati a Internet, come gli smartphone. Questo tipo di funzionalità comporta la possibilità di controllare velocemente, con alcuni sistemi, ciò che succede nel parco eolico e nelle zone limitrofe, così da evitare i costi e le risorse associati alle chiamate di falso allarme. Con l’ausilio delle registrazioni video, gli operatori del settore hanno inoltre una registrazione affidabile che può essere da ausilio alla polizia nell'individuare eventuali intrusi. Il sistema di analisi video, una tecnologia di monitoraggio video automatico di persone, veicoli, oggetti e i comportamenti ad essi associati attraverso una telecamera, può inoltre aiutare a evitare i falsi allarmi in assenza di personale che possa monitorare il video. Se un parco eolico è dotato di questo tipo di sistemi integrati di allarme antintrusione e videosorveglianza, eventuali intrusioni possono essere bloccate tempestivamente. Non appena un sensore invia l’allarme, gli operatori o le guardie giurate della Stazione di Monitoraggio Centrale possono controllare immediatamente il video per vedere quanto accade in quel momento. L'invio di un segnale acustico o visivo, attivabile a distanza dalla Stazione di Monitoraggio Centrale, dissuaderà l’intruso fino all’arrivo della polizia o dei servizi di sicurezza. Di conseguenza, i danni possono essere così prevenuti o ridotti.

Con l’utilizzo di un sistema di sicurezza integrato che combini allarme antintrusione e videosorveglianza, le singole turbine eoliche e i parchi eolici in località remote possono essere efficacemente protetti. Oltre a proteggere dalle intrusioni, queste soluzioni integrate consentono l'implementazione di sistemi di allarme aggiuntivi che forniscono notifiche in caso di incendi, alluvioni o necessità di manutenzione. Anche il personale risulta maggiormente protetto. Ad esempio, se un lavoratore rimane nell'impianto per un periodo di tempo insolitamente lungo, gli operatori del Sistema di Monitoraggio Centrale possono attuare dei controlli visivi usando le videocamere e, se necessario, inviare l’assistenza.L’utilizzo delle tecnologie elettroniche per la sicurezza sopra descritte per i parchi eolici, come peraltri siti di energia rinnovabile, presenta molti vantaggi. Oltre a scoraggiare i ladri di rame, altri utilisistemi di allarme possono essere sviluppati sulla base del sistema di allarme antintrusione.Una volta fatto l’investimento iniziale per il sistema di sicurezza, si possono ottenere efficienza e risparmio costanti riducendo al minimo i viaggi da e verso l'impianto. Indubbiamente, con il crescente interesse per l’eolico e la continua richiesta di rame, l’ottimizzazione della sicurezza diventa sempre più necessaria.

 

(1) EWEA Wind in power: 2011 European statistics

(2) Il rapporto dell'Agenzia Europea dell’Ambiente (EEA) conferma che l’energia eolica potrebbe alimentare l’Europa per diverso tempo (Eolic Energy News 2009)

 


Tag:   eolico,   sicurezza,   energia,   tvcc,   videosorveglianza,   IP,   CMS,   IT,  

pagina precedente